Lo scandalo "Pengate", inerente il Galaxy Note 5, potrebbe ufficialmente rientrare: ecco le ultime indiscrezioni a riguardo.



Samsung Galaxy Note 5

Lo scandalo “Pengate” potrebbe finalmente rientrare. Già, perché a fine agosto (poco dopo la sua uscita ufficiale) era emersa la possibilità (involontaria, si intende!) di inserire la S Pen nel suo alloggiamento anche al contrario. Con evidenti problemi nell’estrarla di nuovo. Ecco le ultime notizie in merito.

Samsung e il Pengate

A fine agosto, come abbiamo anticipato, molti utenti hanno appurato (sfortunatamente) come la S Pen poteva essere inserita nel proprio alloggiamento anche al contrario. Questo portava, nel momento in cui andava ri-estratta, a dover ricorrere all’assistenza in quanto la S Pen non usciva per niente!

Ovviamente, l’assistenza era assolutamente fuori dalla garanzia, e le lamentele degli utenti si sono moltiplicate. Proprio per questo motivo, Samsung aveva inizialmente consigliato agli utenti di leggere il proprio manuale, e successivamente aveva scritto un avviso sulla pellicola esterna. Il problema, almeno fino ad oggi, non ha interessato gli utenti italiani.

Tuttavia, il problema potrebbe essere stato risolto: il produttore coreano, infatti, avrebbe effettuato una modifica al circuito, al fine di espellere la S Pen in modo sicuro. Purtroppo, l’azienda non ha chiarito se le S Pen siano già in vendita oppure prossime all’uscita ufficiale.

GALAXY NOTE 5: LE CARATTERISTICHE – Fin dalla sua presentazione ufficiale, il Galaxy Note è stato definito come un ottimo tablet. Display da 5,7 pollici con risoluzione da 2560×1440 pixel, processore octa core Exynos, 4 GB di Ram e una memoria flash da 32 o 64 GB (non ancora disponibile in Italia).

Il Galaxy Note 5 è sicuramente uno dei tablet più completi attualmente disponibili in commercio. Tuttavia, questo piccolo problema della S Pen aveva nettamente frenato il suo acquisto.

Il problema sembra essere stato definitivamente risolto, anche se molti utenti hanno dovuto pagare un extra per risolvere inizialmente il loro problema. Per le altre novità, non resta che attendere il comunicato ufficiale dell’azienda.

Articoli Correlati:
Come giudichi l'articolo?
[Totale: 5 Media: 3.4]

NESSUN COMMENTO

Rispondi