La distribuzione è attesa il 9 novembre. Ecco come fare

Samsung ha deciso di replicare con i nuovi top di gamma Samsung Galaxy S7 e Samsung Galaxy S7 Edge e il nuovo sistema operativo Android 7 Nougat lo stesso schema adottato con Samsung Galaxy S6 e Samsung Galaxy S6 Edge e la precedente major release Android 6 Marshmallow. L’intenzione è di mettere a disposizione dei due device la versione beta del software prima della sua distribuzione su larga scala. Il periodo di prova è in realtà stato già avviato in Gran Bretagna, ma c’è già una data per il coinvolgimento degli altri paesi ed è mercoledì 9 novembre 2016. Anche se non sono stati resi noti i dettagli, dovrebbe essere coinvolto anche il mercato italiano tra modelli no brand e quelli marchiati Tim, Vodafone, Wind e 3 Italia.

Il tutto mentre per le stesse versioni no brand del Samsung Galaxy S7 (SM-G930F) è stato messo a disposizione un nuovo firmware (G930FXXU1BPJG) per l’innalzamento del livello di sicurezza, legato ad Android Marshmallow. A ogni modo, sono indispensabili tre indicazioni per capire in che modo funziona le operazioni della beta di Android 7 Nougat. La prima è che il rollout non sarà per tutti, ma occorre iscriversi al relativo programma attraverso l’applicazione Galaxy Beta. La seconda è che non si tratta di una procedura automatica poiché sarà la stessa società sudcoreana a scegliere gli utenti a cui fare testare il nuovo sistema operativo a bordo di uno dei due Galaxy S7 (sono escluse le varianti Galaxy S7 Edge Olympic Edition e Galaxy S7 Batman Injustice Edition). Infine, il periodo di prova durerà circa un mese ovvero fino alla prima metà del prossimo mese di dicembre.

Per quanto riguarda la compatibilità, Samsung ha già reso noto che Android 7 Nougat gira a bordo anche di Samsung Galaxy Note 5, Samsung Galaxy S6, Samsung Galaxy S6 Edge, Samsung Galaxy S6 Edge Plus, Samsung Tab S2. Nell’elenco diffuso era compreso anche il Samsung Galaxy Note 7, di cui è stata decisa la fine della produzione e il ritiro dei modelli rimasti in vendita. In ogni caso la notifica della disponibilità di aggiornamenti di sistema operativo Android, tra cui quelli relativi a Nougat, sul proprio dispositivo è automatica, ma seguendo il tradizionale percorso Impostazioni -> Info sul telefono -> Aggiornamenti sistema, è possibile verificare manualmente la presenza dell’upgrade.

Tra i cambiamenti introdotti da Google c’è la revisione del menu delle notifiche con nuovi template, la possibilità di mostrare le notifiche come gruppo e di sfruttarle per la risposta diretta. Con uno swipe da sinistra a destra o toccando il tasto hamburger si può aprire il pannello per passare velocemente da una funzione all’altra senza tornare tutte le volte indietro. Da segnalare la modalità risparmio dati per contenere il consumo di traffico web.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 5 Media: 4.4]

NESSUN COMMENTO

Rispondi