Al via la distribuzione dell’aggiornamento di sistema operativo Android 7.0 Nougat per Samsung Galaxy S7. Il rollout prosegue in maniera progressiva ma da qui alla fine di gennaio subirà un’accelerazione e i consumatori potranno effettuare l’upgrade direttamente dal proprio dispositivo via OTA (Over-the-Air) o attraverso il software Samsung Kies. Il principale interrogativo, tuttavia, non riguarda più i tempi di disponibilità dell’aggiornamento, ma la convenienza di questa operazione. Stando infatti alle prove e i commenti degli utenti ha già testato il software anche sugli altri dispositivi, sono diversi i problemi segnalati. Non è forse un caso che la società di Mountain View abbia già rilasciato nuovi update correttivi, tra cui il più recente Android 7.1.1.

In particolare, c’è chi punta l’indice contro le difficoltà a mantenere una stabile connettività con il Bluetooth e frequenti crash di app. Altre segnalazioni hanno tirato in ballo fotocamera, hotspot e touchscreen. Alcuni dei problemi minori sono facilmente risolvibili, ma almeno all’inizio l’esperienza con il nuovo update può apparire problematica. Tra l’altro e c’è già chi parla dello sviluppo di Android 7.1.2 come ulteriore risposta alla correzione di bug. Il consiglio è di attendere qualche giorno, informarsi sul funzionamento e sull’impatto del software sul terminale, prima di procedere con l’installazione.

Per verificare la disponibilità dell’upgrade di sistema operativo sul proprio dispositivo basta seguire il percorso Impostazioni -> Info sul telefono -> Aggiornamenti sistema. Non c’è solo l’attuale smartphone di punta fra i device Samsung coinvolti da Android 7.0 Lollipop. In rampa di lancio ci sono Samsung Galaxy S7 Edge, Samsung Galaxy S6, Samsung Galaxy S6 Edge, Samsung Galaxy S6 Edge Plus e Samsung Galaxy Note 5, Samsung Galaxy Tab S2, Samsung Galaxy Tab A, Samsung Galaxy A3 e Samsung Galaxy A8.

In ogni caso, Android 7.0 Nougat per Samsung Galaxy S7 è sicuramente un aggiornamento da prendere in considerazione per via delle tante novità che porta con sé e dei numerosi cambiamenti introdotti dagli sviluppatori delle multinazionale di Mountain View. Si va dal Quick Panel con un utilizzo più intuitivo al Performance Mode per gestire l’uso delle hardware in base al tipo di contenuto, dal Direct Reply con cui gli utenti possono rispondere ai messaggi senza aprire altre app allo Split Screen per l’apertura di sette applicazioni in contemporanea. Con uno swipe da sinistra a destra si può aprire il pannello per passare velocemente da una funzione all’altra senza tornare tutte le volte indietro. Sicuramente apprezzata è la modalità risparmio dati.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 9 Media: 4]

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome