Prosegue nel segno della frammentazione la distribuzione del nuovo sistema operativo Android 7.0 Nougat e dei successivi update correttivi Android 7.1 e Android 7.1.1. Non tutti gli smartphone per cui è stata annunciata la disponibilità stanno ricevendo la stessa distribuzione negli stessi tempi. E a complicare ancora di più lo scenario ci sono le tempistiche diverse legate ai mercati e ai singoli operatori telefonici. Si tratta insomma della solita confusa situazione che si ripete ogni inizio anno ed è destinata a iniziare a normalizzarsi dal mese di febbraio. In ogni caso, per verificare manualmente la disponibilità di upgrade di sistema operativo sul proprio device occorre seguire il percorso Impostazioni -> Info sul telefono -> Aggiornamenti sistema.

Il caso maggiormente sotto i riflettori è quello del Samsung Galaxy S7, il cui rollout ha iniziato a coinvolgere diversi mercati europei, ma non quello italiano. Già annunciato nella seconda metà di gennaio, i possessori dell’attuale top di gamma sono rimasti a bocca asciutta, ma quello di febbraio dovrebbe essere il mese giusto. Ed è un po’ la stessa cosa che succede con il Huawei P9 e il Huawei P9, rispetto a cui il produttore cinese ha annunciato il supporto al nuovo software made in Google. Tuttavia i tempi sembrano più lunghi rispetto al Samsung Galaxy S7 (e perfino al Samsung Galaxy S6) poiché il rinnovato sistema operativo si trova adesso in versione beta e lo sarà per tutto il mese di febbraio.

A chiudere il cerchio delle compatibilità di Samsung, ci sono Samsung Galaxy S7 Active, Samsung Galaxy S6 Edge e Samsung Galaxy S6 Edge Plus, Samsung Galaxy Note 5, Samsung Galaxy Tab A con la S Pen, Samsung Galaxy Tab 2, Samsung Galaxy A3, Samsung Galaxy A8. Per quanto riguarda Huawei, semaforo verde anche per Huawei P8, Huawei P8 Lite (di cui è da poco disponibile anche in Italia la versione 2017 su cui Android 7 Nougat è già installato), Huawei Mate 8, Huawei P8 Max, Huawei Mate S2. E poi: Huawei Mate 7, Huawei Mate S, Huawei P8 Youth, Huawei P8 Max, Huawei G7 Plus. Stessa cosa per Honor 8, Honor 7, Honor 5X, Honor 5C, Honor 6, Honor 6 Plus.

Fra gli operatori più attivi che ha mantenuto la tabella di marcia prospettata a gennaio c’è HTC. Nonostante l’interruzione della distribuzione per il top di gamma HTC 10 per via di problemi ed errori mai precisati fino in fondo, Android 7 sta di nuovo facendo la sua comparsa anche in Italia. Infine, i device Sony coinvolti sono Sony Xperia XA Ultra, Sony Xperia X Performance, Sony Xperia XA, Sony Xperia X, Sony Xperia X Compact, Sony Xperia XZ, Sony Xperia E5, Sony Xperia Z5 Premium, Sony Xperia Z5, Sony Xperia Z5 Compact, Sony Xperia C5 Ultra, Sony Xperia M5, Sony Xperia Z3+.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 28 Media: 2.6]

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome