Rilevato un nuovo bug al servizio del jack audio



Questa volta a ricevere le patch di sicurezza nell’ambito dell’aggiornamento di sistema operativo Android 6.0 Marshamallow e del successivo update correttivo Android 6.0.1 sono il Samsung Galaxy S7 e il Samsung Galaxy Note 5. Ma come fatto notare dalla stessa società sudcoreana e messo nero su bianco su Samsung Mobile Security Blog, si tratta di un’operazione senza soluzione di continuità per riparare i continui bug e problemi nel software, tra cui quello recente relativo al servizio del jack audio, che progressivamente vengono alla luce. Solo nei giorni scorsi è stato coinvolto dalla distribuzione della patch Samsung Galaxy S6 e a quanto pare sono da mettere in conto anche altri modelli, come Samsung Galaxy S5, Samsung Galaxy Note 4, Samsung Galaxy Note Edge, Samsung Galaxy A5, oltre che Huawei P8 e Huawei Mate 7, HTC One M9 e HTC One M8, Sony Xperia Z3+ e Sony Xperia Z3, LG G4 e LG G3.

Il tutto mentre una recente ricerca di Kasperky Lab mostra come gli italiani all’estero, al di là se si è in possesso di uno smartphone Android o di un iPhone, abbassano la guardia e tendono ad assumere comportamenti a rischio che mettono i propri dati in pericolo. Le abitudini dei consumatori in viaggio non sono delle migliori tra utilizzo di connessioni Wi-Fi rischiose con il 42% che ammette di essere meno sicuro quando si connette in vacanza in confronto a quando si connette durante i viaggi di lavoro. Un terzo riconosce di visitare siti web di natura sensibile su Wi-Fi esteri e utilizzando il proprio dispositivo personale. Inoltre, almeno la metà fa operazioni bancarie online e shopping online quando è via da casa. Comportamenti che mettono gli utenti in una situazione di crescente rischio per ciò che concerne i cyber-attacchi.

Di più: un quarto afferma di aver lasciato incustodito il cellulare e uno su cinque lo ha lasciati alla portineria dell’albergo. Le occasioni per scattare una foto inducono ad altri comportamenti rischiosi, con il 18% che lascia facilmente il proprio smartphone nelle mani di sconosciuti. Ma sono le modalità di connessione a fare la differenza. La maggior parte sceglie aree Wi-Fi pubbliche non protette come terminal degli aeroporti, nei caffè e negli hotel. In realtà, questa è per molti di noi un’abitudine: il 28% utilizza Wi-Fi pubblici all’estero molto più che a casa e il 18% non prende alcuna precauzione per connettersi in sicurezza.

Come argomentato da Morten Lehn, General Manager Italy di Kaspersky Lab, “in vacanza è naturale volersi rilassare ma troppo spesso questo significa anche abbassare totalmente la guardia per esempio quando si tratta di connettersi a Internet. Il nostro buon senso sembra dare forfait: è consigliabile connettersi? E fare un post sui social media? La risposta è: certo che si può ma vi suggeriamo, se siete all’estero, di prendere precauzioni supplementari. Assicuratevi di adottare un comportamento cyber-savvy e utilizzate strumenti per proteggere voi stessi e mettere al sicuro i vostri dati personali“.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 7 Media: 3]

2 COMMENTI

  1. 600 euro galaxy s2 regalato a mio fratello, + 600 euro galaxy note1. Durata piu o meno 3 anni, poi da buttare entrambi perche non riparabili causa scheda madre (a tempo di scadenza determinato?). Vado subitissimo a buttare altre 800 euro per il nuovissimo note 7 ? (che se so pure scordati di fare il 6 per la fretta).
    Se volete un consiglio con quei soldi fatevi una vacanza, e per i cellulari spendete massimo 100 euro che dippiù non valgono. E smettete di guardare da mattina a sera il cellulare e guardate un po il cielo , le stelle, o gli occhi del vostro amore

  2. Bravo guarda infatti i soldi da spendere per un telefono sono quelli è mai più per un Samsung S6 lo portato in assistenza x 4 volte in un anno quindi godetevi i soldi in maniera diversa….

Rispondi