Solito doppio piano di lavoro per gli aggiornamenti Android. Da una parte c’è il rollout di Android 6.0 Marshmallow e del successivo update correttivo Android 6.0.1, rispetto a cui sono stati coinvolti anche il Huawei P8 Lite, il Samsung Galaxy J5, il Samsung Galaxy A9, il Samsung Galaxy S6 Edge e il Samsung Galaxy S6 Edge Plus, il G Flex 2 di LG, il G3 di LG e il V10 di LG, gli ASUS ZenFone 2 ZE551ML e ZenFone 2 ZE550ML, il Sony Xperia Z3, il Sony Xperia Z5, e il Sony Xperia Z5 Compact. Tra le novità dell’ultim’ora si segnala senza dubbio l’avvio della distribuzione anche per i modelli no brand del Samsung Galaxy S5, che ai aggiungono a quelli con logo 3 Italia e Vodafone. I tanti problemi che il software sembra portare con sé aprono però una finestra di riflessione sull’opportunità della sua installazione.

Dall’altra ecco che prosegue il percorso di sviluppo di Android N, giunta alla quarta developer preview. Gli smartphone e tablet coinvolti da Google sono Nexus 6, Nexus 5X, Nexus 6P, Nexus Player, Nexus 9 e la tavoletta multifunzione Pixel C. Oltre alla strada manuale della factory image sul sito ufficiale, c’è anche quella del programma Android Beta. Basta registrare un dispositivo supportato per avere la possibilità di effettuare il download via OTA (Over-the-Air) direttamente dal proprio terminale.

In questo contesto si segnala un’app che permette di telefonare in modo gratuito anche a chi non è connesso ovvero a tutti i numeri fissi e mobile, anche all’estero. Si chiama Aznog e ha un solo limite: la durata delle chiamate è di due minuti, ma possono essere ripetute tutte le volte che si vuole. Come fare? Verifichiamo che lo smartphone Android sia connesso al web, accediamo al Play Store e cerchiamo Aznog. Tappiamo poi sul pulsante Installa e successivamente su Accetto. In pochi secondi l’applicazione verrà scaricata e installata sul device. Al termine dell’operazione avviamo l’app. Nella schermata iniziale troviamo il logo dell’app e un campo: è qui che dobbiamo inserire il nostro numero di telefoni per iscriverci al servizio Aznog.

Digitiamo quindi il nostro numero di telefono, verifichiamo che nel menu sopra di esso sia selezionata la voce Italia e tappiamo sulla freccia verde di fianco. Il servizio ci invierà un messaggio per verificare che il numero inserito sia effettivamente il nostro. Appena ricevuto, il sistema lo rileverà in automatica copiandolo nell’apposito spazio. Da questo momento in poi siamo iscritti al servizio. Nella schermata seguente inseriamo gli altri dettagli personali richiesti e proseguiamo. In pochi secondi l’app importa i nostri contatti presenti nella rubrica telefonica del device Android. Nel tab Contacts troveremo tutti i numeri salvati. Basta tappare su uno di essi per chiamarlo gratuitamente, anche se non è iscritto ad Aznog. Toccando Dialer potremmo comporre manualmente un numero.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 41 Media: 4]

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome