Con la nuova Xbox One S e con la futura Skorpio Microsoft va nella scia della Xbox One. Potenzia l’integrazione tra console, computer e connected TV attraverso il nuovo sistema operativo Windows 10, e fa un altro passo in avanti nel campo della realtà virtuale. Ma quali le differenze tra Xbox One S e Xbox One in termini di design, caratteristiche tecniche, prezzi e giochi? Cosa rivela il primo confronto, ricordando che il nuovo terminale dell’azienda di Redmond sarà a scaffale già nel mese di agosto 2016?

Il design è senza dubbio il più grande e più evidente il cambiamento tra l’originale Xbox One e il più recente e più sottile Xbox One S. Microsoft ha alleggerito del 40% la sua nuova console della salotto, le cui dimensioni sono di fatto poco più grande della metà rispetto a quelle dell’attuale generazione. Si tratta di un passaggio importante, considerando l’enorme differenza che esiste tra la PlayStation 4 e la Xbox One e la possibilità di collocare la console dell’azienda di Redmond anche in posizione verticale.

Ma se la console è immediatamente riconoscibile, l’aggiornamento del nuovo Controller Wireless per Xbox segna un cambio di passo. Il design è più semplice e l’impugnatura antiscivolo assicura una migliore ottimale. Dal punto di vista tecnico, Microsoft assicura una copertura wireless fino a due volte maggiore, oltre alla possibilità di cimentarsi via Bluetooth ai giochi su PC, tablet e smartphone equipaggiati con il nuovo sistema operativo Windows 10. Un ruolo decisivo viene assegnato a Xbox Live che acquisisce nuove funzionalità come la presenza di Cortana, l’assistente personale, e si trasforma in una sorta di sistema di distribuzione online a cui accedere da qualsiasi dispositivo, Xbox, PC, smartphone.

Look accattivante a parte, che secondo alcuni strizza l’occhio al design Apple, il principale cambiamento che la Xbox One S porta con sé è il supporto ai video in 4k ultra Hd e ai giochi in Hdr ovvero lo standard più evoluto nella risoluzione delle immagini. Gli utenti hanno quindi la possibilità di riprodurre contenuti 4k in streaming su Netflix e Amazon Instant Video e vedere i film in Ultra HD Blu-ray con una nuova veste grafica con High Dynamic Range. A differenza della Xbox One, la Xbox One S non ha una porta Kinect dedicata, a conferma che Microsoft non è così interessato come in passato alla tecnologia di motion tracking. Tuttavia è sempre possibile collegare un Kinect utilizzando un adattatore USB.

Capitolo nuovi giochi per Xbox One S, si va da Gear of War 4 con una protagonista donna a Forza Horizon 3 ambientato in Australia e una resa grafica perfezionata, dal robot amichevole nell’aspetto ma pronto alla battaglia di Recore alle novità di Minecraft in realtà virtuale, per finire con alcuni giochi indie come Inside, considerato uno dei migliori esperimenti degli ultimi anni. La Xbox One S ha uno storage di 2 TB e costerà relativamente poco: 400,99 in Italia, spese di spedizione incluse per chi decide di farla proprio attraverso lo store di Microsoft. Ma saranno lanciate sul mercato anche le versioni più economiche e meno capiente da 500 GB e 1 TB. Il prezzo di listino della Xbox One è adesso di 299 euro. In parallelo si segnala Project Skorpio, la console per la realtà virtuale, con processore opta-core, prevista per Natale del 2017.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 96 Media: 3.9]

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome