Pokémon Go è una app gratuita per iPhone e smartphone Android con cui scovare i mostriciattoli nella realtà circostante. Debutterà il 15 luglio 2016, ma si può già provare cambiando il Paese di residenza sull’App Store o sul Google Play ovvero i market per l’acquisto di applicazioni per i device della mela morsicata o per quelli equipaggiati con il sistema operativo della società di Mountain View, o installando manualmente il file APK, disponibile anche in italiano. Almeno per ora non è disponibile per i tablet. La app localizza gli utenti con il Gps. Se c’è un Pokémon, lo mostra sulla mappa e, se inquadrato con la fotocamera, sullo schermo. Il gioco si basa sulla realtà aumentata: i Pokémon non esistono, ma sono collegati a quanto circonda l’utente.

La nuova app sul telefonino sfrutta la realtà aumentata per una maxi caccia al tesoro (anche in Italia). I Pokémon di Nintendo (dal giapponese Poketto Monsut, cioè mostri tascabili) sono animali colorati e dotati di poteri speciali. Sono più di 100 le specie di Pokémon da catturare e collezionare nel proprio Pokédex, consentendo agli utenti di salire di livello.

Qualche trucco in vista dello sbarco ufficiale in Italia? Visitando i Pokéstop e ricordando che la riattivazione è continua si cresce di livello più velocemente. Meglio lanciare la Pokéball quando il cerchio diventa più piccolo perché significa che il Pokémon è più vulnerabile. Per trovare i Pokémon sulla mappa occorre seguire i movimenti nell’erba mentre una legenda in basso a destra mostra quelli non catturati. Se disponiamo di doppioni, inviamoli al professor Willow per intascare caramelle Pokémon da utilizzare per far crescere la stessa specie. Cliccando sulla sfera in fondo alla schermata si riesce ad attirare a sé i mostriciattoli a te con l’incenso. Al quinto livello è possibile ottenere esperienza combattendo nelle palestre.

Come messo nero su bianco dagli sviluppatori nella descrizione ufficiale del gioco per iPhone e smartphone Android, “esplora paesi e città vicini e lontani per catturare più Pokémon che puoi. E mentre sei in giro, il tuo smartphone vibrerà per farti sapere quando ci sono Pokémon nelle vicinanze. E quando incontrerai un Pokémon, prendi la mira sul touchscreen del tuo smartphone e lancia una Poké Ball per catturarlo. Stai attento quando cerchi di acchiapparlo perché potrebbe scappare! Cerca anche i Pokéstop disseminati nei posti più famosi, come opere di arte pubblica, luoghi d’interesse storico e monumenti dove potrai trovare Poké Ball e altri strumenti“.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 70 Media: 3.5]

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome