Prosegue anche in Italia senza soluzione di continuità la Pokemon mania per via della disponibilità di Pokemon Go per iPhone e cellulari Android. E gli aggiornamenti che Niantic sta continuando a rilasciare anche in questo mese di settembre 2016 non possono che continuare ad aumentare la passione. Immediata è allora la ricerca di trucchi per vincere e giocare al meglio perché, come per tutti i giochi e come abbiamo visto in questo primo articolo dedicato ai suggerimenti per iPhone e cellulari Android, anche in questo si è scatenata una competizione con se stessi e con gli altri per catturare quanti più Pokemon possibili e aumentare di livello.

Catturarli dall’alto. Questo in corso è stato l’anno di Pokemon Go, certo, ma anche dei droni. Ecco allora che la società olandese TRNDlabs ha pensato di unire i due protagonisti di quest’anno lanciano il concept Pokédrone. Una volta connessa a Wi-Fi o cellulare, l’app Pokemon Go userà il GPS e la fotocamera del Pokédrone invece che quella dello smartphone e aiuterà a catturare molto più velocemente i Pokemon nei dintorni. Senza dimenticare, come suggerito dalla stessa software house, di cercare anche i Pokéstop disseminati nei posti più famosi, come opere di arte pubblica, luoghi d’interesse storico e monumenti dove trovare Poké Ball e altri strumenti.

L’importanza della mira. Se una volta individuato il Pokemon teniamo il dito sulla Poké Ball, vedremo comparire un cerchio colorato sul Pokemon davanti a noi. Lanciando la palla quando il cerchio è più piccolo, otterremmo punti esperienza un più avremo più probabilità di catturare il Pokemon. Il cerchio che si restringe ha un colore che corrisponde a quanto sarà possibile catturare il Pokemon: verde significa facile, giallo medio, rosso difficile. Se teniamo premuta la Poké Ball con l’indice e trasciniamo a disegnare una circonferenza, lasciandola andare al momento giusto, potremo fare un lancio a effetto che darà qualche punto esperienza in più.

Realtà aumentata. Una delle caratteristiche più interessanti del gioco è sicuramente la possibilità di trasformare il mondo familiare di strade, giardini e piazze, in parco safari a caccia di Pokemon. Tutto merito della collaborazione di fotocamera, oscilloscopio e GPS che sovrappongono le immagini dei Pokemon su ambienti del mondo reale. Questa modalità aumentata, anche se di indubbio impatto, rende più difficile catturare i piccoli animali fantastici. Disattivando la modalità AR è possibile mirare al Pokemon sullo schermo, rendendo quindi molto più facile il lancio della sfera Poke.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 11 Media: 4]

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome