Oculus Rift sta per arrivare finalmente sul mercato. Da mercoledì, sul sito di Oculus VR sarà infatti possibile preordinare l’attesissimo visore per la realtà virtuale



L’attesa (forse) è finita: Oculus Rift sta per arrivare finalmente sul mercato. Da mercoledì, sul sito di Oculus VR sarà infatti possibile preordinare l’attesissimo visore per la realtà virtuale che promette di rivoluzionare numerosi settori del mercato delle tecnologie, dai videogame all’ecommerce. Questo almeno è quanto spera Mark Zuckerberg, fondatore e numero uno di Facebook, che un paio di anni fa ha sborsato più o meno due miliardi di dollari per acquisire Oculus VR, startup che dal 2012 lavora al progetto Oculus Rift.

Oculus Rift in arrivo: aprono i preordini

La società non ha rivelato quale sarà il prezzo al pubblico del visore, anche se lo scorso maggio i suoi dirigenti anticiparono che i consumatori avrebbero speso circa 1500 dollari per acquistare Oculus Rift abbinato a un pc da circa mille dollari. Nessuna conferma nemmeno sulla data di inizio delle consegne, anche se molti analisti di mercato si attendono che possa essere in marzo.

AGGIORNAMENTO: il 6 gennaio, con l’inizio dei preordini, la società ha svelato il prezzo ufficiale. Oculus Rift costerà 599 dollari (poco più di 550 euro). L’Italia è nella lista dei Paesi che saranno interessati dal lancio iniziale: le consegne inizieranno il 28 marzo.

Google Cardboard
Google Cardboard

SULLA SCIA DI GOOGLE E SAMSUNG – E’ invece stato rinviato alla seconda metà dell’anno il lancio dei controller touch che consentiranno all’utente di interagire con le applicazioni per Oculus Rift. In ogni caso, il 2016 si annuncia come l’anno zero della realtà virtuale: oltre al visore di Oculus VR, nei prossimi mesi dovrebbero arrivare sul mercato anche il Playstation VR, il visore progettato da Sony per l’utilizzo con la Playstation 4 e la Playstation Vita, e l’HTC Vive. Fino a oggi, solo Samsung ha messo in commercio un visore per la realtà virtuale destinato al mercato consumer, il Gear VR sviluppato in collaborazione con la stessa Oculus VR per funzionare in abbinamento a uno degli smartphone top di gamma della casa coreana. Google, da parte sua, ha sviluppato il progetto Cardboard, che consente di realizzare un visore “low cost” in semplice cartoncino nel quale alloggiare uno smartphone per poter visualizzare apposite applicazioni in realtà virtuale. E c’è chi vocifera che anche Apple stia progettando un ingresso in questo promettente mercato. La sfida (tutt’altro che virtuale) fra i colossi hi-tech è appena cominciata.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 4 Media: 5]

NESSUN COMMENTO

Rispondi