Se non sono proprio dietro l’angolo, le novità per i vari Call of Duty 2016, Uncharted 5 e Fallout 4 arriveranno entro l’anno. Anche per questo 2016 si registra il solito attivismo nel comparto del gaming. Tanto per essere più precisi, le ultime notizie sul nuovo sparatutto Call of Duty, pubblicato da Activision per PlayStation 4, Xbox One e PC, riferiscono di una inedita ambientazione al di là del pianeta Terra. Uncharted 5 è nel mirino di Naughty Dog mentre il contenuto aggiuntivo Fallout 4 Wasteland Workshop di Bethesda sarà disponibile da martedì 12 aprile su Xbox One, PlayStation 4 e PC.

In ogni caso, dati alla mano, il settore sta benone. Quello dei videogiochi che in italia nel 2015 ha generato un giro d’affari di quasi un miliardo di euro. I dati arrivano dall’annuale ricerca condotta da Aesvi, l’associazione degli sviluppatori ed editori del settore, insieme a Gfk: “È un settore in evoluzione non solo tecnologica, ma pure nei modelli di business“, ha commentato il presidente di Aesvi, Paolo Chisari. Più, nel dettaglio, il 2015 si è chiuso con un volume di 952.172.036 euro in crescita del 6,9% rispetto al 2014, e tutti i segmenti del mercato possono fare un sorrisone: +8,7% console, +7% accessori, +6% software.

Ed è proprio il software, il gioco vero e proprio, la parte più rilevante del mercato videoludico (59,8%), con un fatturato di 569.065.128 euro. All’interno, il software fisico per PC e console da salotto pesa per il 61,5% (350 milioni di euro), ma registra un -1,9% rispetto all’anno precedente, causato principalmente dal calo dei titoli fisici per computer e device portatili, dove predominano gli acquisti digitali. A compensare c’è il quasi raddoppio dei titoli per console di ultima generazione (Xbox One, PlayStation 4, Nintendo Wii U): +74,3% a valore e +92,6% a volume, con un peso ormai preponderante sul segmento dei giochi per console (il 64%, nel 2014 era il 37%).

Stando poi ai numeri sul gaming diffusi in queste ore, cresce ancora poi il software digitale, che – fra abbonamenti, espansioni e app a pagamento – segna un +21,6. Il gioco più venduto dell’anno in formato fisico è FIFA 2016, seguito da Call of Duty: Black Ops III e Minecraft, podio che conferma i trend di vendite degli sportivi (22,8% del mercato giochi) e degli action-adventure (31,7%). Più di 3,5 milioni di euro, invece, gli accessori venduti, per un fatturato da 82 milioni di euro. E occhio anche ai dati demografici: con più di 25 milioni di utenti, i videogiocatori sono il 49,7% della popolazione italiana over 14, equamente distribuiti fra uomini e donne.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 5 Media: 4.2]

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome