Alle 18 ora italiana l'evento Apple



A poche ore dall’inizio dalla Worldwide Developer Conference 2016, l’annuale appuntamento di Apple con i suoi sviluppatori, in programma da oggi lunedì 13 giugno a venerdì 17 giugno 2016 in parte al Bill Graham Civic Auditorium e in parte al Moscone Center West, sempre a San Francisco, in California. Il fischio d’inizio del kickoff è alle ore 10 locali quando in Italia saranno le 18. La società di Cupertino ha allestito un pagina web, developer.apple.com/wwdc, attraverso cui seguire minuto per minuto la conferenza iniziale che rivelerà le prime caratteristiche tecniche e parte delle novità, dei servizi e dei miglioramenti che caratterizzeranno il nuovo sistema operativo iOS 10 per iPhone e iPad.

Per la ricezione delle immagini è però necessario che siano rispettate alcune condizioni ben precise da rispettare. iPhone, iPad o iPod Touch devono essere equipaggiati almeno con l’iOS 7 e collegarsi al web con Safari e iOS 7, i Mac devono basarsi su OS X 10.8.5 o versioni successivi con Safari 6.0.5 o release seguenti, le Apple TV di seconda, terza o quarta generazione possono accedere via Apple Events app mentre per i PC è indispensabile la presenza del nuovo sistema operativo Windows 10 per la diretta streaming della WWDC 2016. La seconda strada ufficiale per vivere in steaming la Worldwide Developers Conference è l’app ufficiale, gratuitamente scaricabile.

Per la diretta live in italiano è invece fare possibile ai siti generalisti di informazione, come la Repubblica, il Corriere della Sera e il Sole 24 Ore, che proporranno tempestivi aggiornamenti, anche attraverso i profili di social network. Come capita tutti gli anni in questo periodo, ci sono ancora alcune incertezze e ruotano attorno all’iOS 10, principale motivo di attrazione. Non sembrano esserci dubbi sul rilascio di una prima beta per sviluppatori, a cui seguirà una pubblica. Solo in autunno, in vista del lancio sul mercato dell’iPhone 7, va invece messa in conto la release finale.

In merito alla compatibilità e alle limitazioni del nuovo sistema operativo, non dovrebbero esserci dubbi per il supporto da parte di iPhone SE, iPhone 6S, iPhone 6S Plus, iPhone 6, iPhone 6 Plus, iPhone 5S, iPhone 5C, iPhone 5, iPad Pro da 12,9 e da 9,7 pollici, iPad Air 2, iPad Air, iPad 4, iPad 3, iPad mini 3, iPad mini 2, iPad mini e iPod touch di quinta generazione. Fine aggiornamenti in vista per iPhone 4S e iPad Mini. In rampa di lancio alla WWDC 2016 ci sono l’upgrade dell’OS X, il sistema operativo per Mac, ovvero l’OS X 10.12 e un nuovo aggiornamento watchOS per Apple Watch.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 4 Media: 5]

NESSUN COMMENTO

Rispondi