Compatibilità e requisiti per la diretta live del keynote Apple



Il conto alla rovescia per il keynote Apple del 7 settembre è già iniziato. In rampa di lancio ci sono un nuovo smartphone, l’iPhone 7, novità sul fronte dell’Apple Watch, con la possibile presentazione della seconda generazione dello smartwatch, forse i nuovi MacBook Pro, e gli annunci del rilascio della versione finale dell’aggiornamento di sistema operativo iOS 10, oltre che quello di inizio vendite dello stesso iPhone 7. Anche questa volta la società di Cupertino permetterà di seguire l’evento “See you on the 7th” in diretta streaming da casa. Le immagini in real time sono ricevibili su iPhone, iPad e iPod Touch equipaggiati con almeno la versione iOS 7.0, collegandosi sulla pagina dedicata http://www.apple.com/apple-events/september-2016/

Diretta live anche sui Mac con Safari 6.0.5 (o release successive) e basati sull’OS X v10.8.5 (o successive). A chiudere le possibile del live streaming dai dispositivi della mela morsicata ci sono la Apple TV di seconda o terza generazione con la versione 6.2 del software o la Apple TV di quarta generazione. Infine, diretta streaming dell’evento del 7 settembre anche su PC, purché basati sul nuovo sistema operativo Windows 10 e a patto che la navigazione sia via Microsoft Edge. Non sembrano esserci grandi dubbi sulal presentazione di un iPhone top di gamma con display da 4,7 pollici e di una variante Plus da 5,5 pollici, nella scia degli attuali iPhone 6S e iPhone 6S Plus.

Stando alle ultime notizie, che in realtà circolano da tempo, in pista c’è anche il ritorno della variante da 32 GB in sostituzione di quello da 16 GB. La novità è invece rappresentata dalla possibile realizzazione di un modello da 256 GB e a supporto di questa ipotesa ci sono le immagini che ritraggono la memoria NAND da 256 GB della Sandisk. In entrambi i casi, il problema potrebbe essere rappresentato dai prezzi di listino proposti al pubblico. Tuttavia, nel caso di eliminazione della versione da 16 GB, il modello base dell’iPhone 7 non richiederebbe un impegno di spesa superiore rispetto all’attuale release di base dello smartphone di punta di Apple.

E se sull’Apple Watch le ultime notizie riferiscono che sia arrivato il tempo di lanciare sul mercato i nuovi modelli, i prossimi sono i giorni del’iOS 10. L’aggiornamento di sistema operativo, di cui sono state rilasciate otto versioni beta, sarà sicuramente parte integrante dell’iPhone 7 e compatibile con iPhone SE, iPhone 6S, iPhone 6S Plus, iPhone 6, iPhone 6 Plus, iPhone 5S, iPhone 5C, iPhone 5, iPad Pro da 12,9 e da 9,7 pollici, iPad Air 2, iPad Air, iPad 4, iPad 3, iPad 2, iPad mini 3, iPad mini 2 e iPod touch di quinta generazione. Appena disponibile, per eseguire l’upgrade di software occorre equipaggiarsi con l’ultima versione di iTunes e collegare il proprio dispositivo al Mac o al PC. In alternativa è possibile procedere direttamente dal device seguendo il percorso Impostazioni > Generali > Aggiornamento Software.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 3 Media: 5]

NESSUN COMMENTO

Rispondi