C’è anche la diretta streaming della finale del Wimbledon di oggi domenica 10 luglio 2016, alle ore 15, tra gli eventi sportivi di primo piano da vedere anche in diretta live. Si tratta del match conclusivo della secondo torneo stagionale del grande slam di tennis. A fronteggiarsi sono lo scozzese Andy Murray e il canadese Milos Raonic. Così come per i grandi appuntamenti, è inutile cercare di vedere la partita con Rojadirecta o soluzioni simili da smartphone, tablet e PC. Non solo il portale è oscurato, ma i detentori dei diritti alla trasmissione delle immagini hanno dichiarato guerra agli ideatori e fruitori di questi modi alternativi.

Tuttavia, sul satellite, soprattutto chi abita al confine, può fare un tentativo anche sul canale svizzero RSI La2 o su quello austriaco ORF. Altri punti di riferimento sono Hotbird 13 (13 gradi est) e Astra 1 (19,2 gradi est). L’appuntamento ufficiale con la diretta TV è con Eurosport. C’è Sky a proporre lo streaming in due modi: l’app Sky Go, solo per abbonati, e la piattaforma web Now TV, per cui non occorre alcun abbonamento con il canale satellitare. Il costo di un singolo match è di 9,99 euro e attualmente è in vigore una promozione che consente di scoprire gratuitamente il servizio per un mese, anche se non comprende la finale di Wimbledon. Condizione preliminare da verificare è l’equipaggiamento con la tecnologia Microsoft Silverlight per chi si collega da PC o Mac.

Più precisamente, i dispositivi compatibili con Now TV sono PC con sistema operativo Windows XP, Windows Vista, Windows 7 e Windows 8.1, Windows 10, Mac con sistema operativo 10.7, 10.8, 10.9, tablet ovvero iPad 2, iPad 3, iPad 4, iPad Mini, iPad Pro, iPad Air tramite app; Samsung Galaxy Note 10.1 (2012), Samsung Galaxy Note 8.0, Samsung Galaxy Tab 3 10.1, Samsung Galaxy Tab 3 8.0, Samsung Galaxy Tab 2 10.1, Samsung Galaxy Tab 10.1, Samsung Tab S 10.5, Samsung Tab S 8.4, smartphone, smart TV, Xbox One e Xbox 360, PlayStation 3 e PlayStation 4 e dallo Now TV Box che si collega alla porta HDMI del televisore e consente l’accesso via Ethernet o Wi-Fi.

Altri punti di riferimenti per aggiornamenti in tempo reale sull’andamento della finale di Wimbledon sono forniti dall’account Twitter @Wimbledon e dalla pagina Facebook Wimbledon oltre che dal sito ufficiale del torneo www.wimbledon.com. Niente da fare dunque per Roger Federer: dopo una lunga battaglia Milos Raonic ha conquistato la sua prima finale di singolare a Wimbledon, terza prova stagionale del Grande Slam in corso sui campi in erba dell’All England Lawn Tennis Club di Londra. Il giocatore canadese, numero 7 del mondo e sesta forza del seeding, ha vinto in semifinale contro l’elvetico numero 3 del ranking internazionale e terzo favorito del tabellone britannico, vincitore del prestigioso torneo in sette occasioni (dal 2003 al 2007 e poi nel 2009 e nel 2012).

Raonic si è imposto col punteggio di 6-3 6-7 (3) 4-6 7-5 6-3. Sfuma, dunque, per il 34enne svizzero l’undicesima finale della carriera nel tempio del tennis (7 vittorie e 3 ko finora per lui): lo svizzero ha sprecato diverse occasioni nel quarto parziale e all’inizio del quinto una brutta caduta ne ha condizionato il rendimento. Oggi pomeriggio sarà invece il primo atto conclusivo in una prova del Grande Slam per il canadese Raonic. Mail grande favorito del torneo ora è lo scozzese Andy Murray, che in semifinale ha piegato in tre set il ceco Tomas Berdych e che a inizio anno ha battuto in finale all’Aegon Championships del Queen’s proprio Raonic.

Murray, che a Wimbledon si è già imposto nel 2013, ha avuto la meglio di Berdych, numero otto del ranking Atp, senza troppi patemi: il britannico, che è stato favorito anche dai moltissimi errori di dritto del ceco, ha vinto i tutti e tre i parziali per 6-3. Murray conquista così la terza finale in carriera sull’erba londinese: appuntamento con la storia perché il tifo sarà tutto per lui.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 3 Media: 4.7]

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome