Alle ore 18 di oggi mercoledì 22 giugno 2016 fischio d’inizio di Ungheria Portogallo da vedere anche in diretta streaming da smartphone, tablet e PC. La posta in palio è a qualificazione agli ottavi di finale ed è scattata la ricerca di proposte alternative a quelle ufficiali per seguire la partita in diretta live. Come Rojadirecta per la diretta streaming di Ungheria Portogallo, oscurata in Italia, o l’uso distorto dei Vpn. Si tratta di soluzioni illegali, ma sul satellite è possibile fare un tentativo sul canale svizzero RSI La2, su quello svizzero-tedesco RTL e su quello austriaco ORF.

Da parte sua, Sky continua a proporre due strade per lo streaming: l’app Sky Go, solo per abbonati, e la piattaforma Sky Online per il cui utilizzo non occorre un abbonamento al canale satellitare e né l’installazione di una parabola sul tetto di casa. Possono essere acquistati singoli eventi sportivi, tra cui appunto Ungheria Portogallo e tutte le gare di questi Europei 2016, senza la necessità di proseguire nella fruizione del servizio per i giorni successivi. Anche se non sono incluse le partite di calcio, si fa presente i primi 30 giorni sono gratuiti. Al termine di questo periodo di prova è possibile non rinnovare l’accordo senza vincoli. Il costo di un singolo match di questi campionati europei di calcio, tra cui Ungheria Portogallo, è di 9,99 euro.

Dal punto di vista sportivo, il Portogallo non può più sbagliare e il ct Fernando Santos lo sa bene: «La partita contro l’Ungheria è come una finale per noi. Dobbiamo vincere: se ce la faremo vinceremo anche il girone», le sue parole alla vigilia del match da dentro o fuori che si giocherà oggi a Lione. «Sarà una partita più simile a quella contro l’Islanda rispetto a quella contro l’Austria. Dobbiamo aggredire tutti gli spazi, non m’interessa giocare bene, voglio vincere», aggiunge il ct lusitano che poi manda un segnale di fiducia a Cristiano Ronaldo, la grande delusione di questo inizio di torneo: «Cristiano è in grado di segnare molti gol e sono certo che lo dimostrerà contro l’Ungheria».

Contro cui probabilmente marcheranno visita Andrè Gomes, oggetto del desiderio della Juventus, e Raphael Guerreiro, che anche ieri ha lavorato a parte nel ritiro di Marcoussis. Contro l’Ungheria Santos dovrebbe schierare il classico 4-3-3, con CR7 terminale offensivo, con a fianco Joao Mario e Nani, mentre a centrocampo al posto di Andrè Gomes potrebbe toccare a William Carvalho. Modulo a specchio, ma che può mutare in corso d’opera in un più prudente 4-1-4-1, per i magiari di Bernd Storck che dice di non aver perso il sonno in vista del vis-a-vis contro Cristiano Ronaldo. «Ogni volta tutti a chiedere di Cristiano Ronaldo», ha detto il ct in conferenza, «ma non credo lui sia l’unico giocatore di classe mondiale in quella squadra». L’Ungheria, al suo primo torneo importante dopo 30 anni, comanda sorprendentemente il Gruppo F con 4 punti. Oggi basta anche il pareggio per passare agli ottavi.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 4 Media: 4]

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome