Il posticipo di oggi domenica 23 ottobre 2016 è alle ore 20.45

Tutto pronto per la partita Roma Palermo, posticipo di oggi domenica 23 ottobre 2016 alle ore 20.45, da vedere anche in diretta streaming da smartphone, tablet e PC. Ma come fare e quali sono le possibilità offerte dal web? Facciamo presente che proposte alternative per lo streaming, come Rojadirecta, stanno trovando meno spazio sul web. La lotta di Mediaset e Sky contro le soluzioni illegali sta avendo successo, come dimostrato anche dalla vicenda di Rojadirecta, continuamente riattivata e oscurata. La strategia seguita dalle due società è di perseguire a suon di richieste di multe sia i proponenti e sia i fruitori di questi modi paralleli a quelli legati per vedere le partite di Serie A e più in generale gli eventi sportivi.

Diverso è il caso del satellite, su cui chi è possibile sul canale austriaco ORF, su quello canale svizzero RSI La2 o su Hotbird 13 (13 gradi est) e Astra 1 (19,2 gradi est). Ad aver maggiori possibilità di successo sono coloro che abitano al confine nord dell’Italia. Per quanto riguarda Mediaset Premium e le possibilità offerte di vedere in streaming Roma Palermo, gli abbonati possono fare riferimento al servizio on demand Premium Play, supportato da iPhone e iPad così come da tablet e smartphone Android. Il tutto nell’ambito dei pacchetti di abbonamento che rappresentano la porta di accesso per gli incontri di calcio di Juventus, Napoli, Roma, Inter, Fiorentina, Milan, Lazio e Genoa.

Sono sempre inclusi Premium Smart Cam per la gestione della TV con lo smartphone o il tablet attraverso l’app Premium Smart Cam Control, il servizio on demand Premium Play e l’alta definizione. Accanto a Mediaset c’è dunque Sky che, oltre all’app Sky Go, riservata ai soli abbonati, con cui vedere in diretta live Roma Palermo, mette a disposizione anche la piattaforma web Now TV che non richiede alcun legame con il canale satellitare. Il costo della partita è di 9,99 euro e in questo momento è in vigore la promozione che permette di provare gratuitamente il servizio per 14 giorni (ma non sono incluse le partite di calcio). La gara dell’Olimpico può essere vista anche sui PC equipaggiati con sistema operativo Windows XP, Windows Vista, Windows 7, Windows 8.1 e Windows 10, Mac con sistema operativo 10.7, 10.8, 10.9.

Nel frattempo è già tempi della partita dei diritti televisivi, rispetto a cui il match clou potrebbe essere spostato al sabato alle 14. «Quanto più ci si vuole proporre sui mercati internazionali tanto più bisogna tenere in conto certe variabili, inclusi i fusi orari», ha convenuto Maurizio Beretta, presidente di una Lega Serie A che ora annovera i proprietari cinesi dell’Inter e in futuro dovrebbe accogliere quelli del Milan. Esigenze nuove per una Lega da anni alle prese col problema di riempire stadi quasi mai al passo con i tempi.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 2 Media: 5]

NESSUN COMMENTO

Rispondi