C’è il posticipo Roma Inter tra le gare di questa sera domenica 2 ottobre 2016, alle ore 20.45, da vedere anche in diretta streaming da smartphone, tablet e PC. Così come capita con tutti gli eventi sportivi più interessanti, non mancano le proposte alternative a quelle ufficiali per seguire la partita in diretta live. Rispetto al passato, le opportunità si sono assottigliate. Mediaset e Sky hanno prima ottenuto l’oscuramento del portale Rojadirecta per la diretta streaming, poi comunque riattivato, e adesso hanno messo nel mirino tutte le soluzioni che non passano dai propri canali. E per dimostrare che fanno sul serio, non solo hanno intenzione di perseguire gli ideatori di queste proposte, ma anche i fruitori.

C’è dunque Mediaset a cui fare riferimento questa sera per vedere Roma Inter in diretta live ed esattamente il servizio Premium Play, sfruttabile sia su smartphone e tablet all’indirizzo play.mediasetpremium.it e sia sul televisore di casa attraverso la Premium Smart Cam, il decoder, la smart TV o la console Xbox. La partita dell’Olimpico non è visibile sugli iPhone su cui è stata eseguita l’operazione di jailbreak. E poi c’è c’è Sky con la piattaforma Now TV per il cui utilizzo non occorre un abbonamento al canale satellitare e né l’installazione di una parabola sul tetto di casa. Possono infatti essere acquistati singoli eventi sportivi, tra cui appunto Roma Inter, senza la necessità di prosecuzione del rapporto.

Il costo di un singolo match è di 9,99 euro. La lunga lista dei device compatibili include PC con sistema operativo Windows XP, Windows Vista, Windows 7 e Windows 8.1, Windows 10, Mac con sistema operativo 10.7, 10.8, 10.9, tablet (iPad 2, iPad 3, iPad 4, iPad Mini, iPad Air con iOS 6 e 7 tramite app; Samsung Galaxy Note 10.1 (2012), Samsung Galaxy Note 8.0, Samsung Galaxy Tab 3 10.1, Samsung Galaxy Tab 3 8.0, Samsung Galaxy Tab 2 10.1, Samsung Galaxy Tab 10.1, Samsung Tab S 10.5, Samsung Tab S 8.4), smartphone, smart TV (Samsung modelli 2012 e 2013, Xbox One e Xbox 360, PlayStation 3 e PlayStation 4 e il Now TV Box. Sul satellite è infine possibile fare un tentativo sul canale svizzero RSI La2, si quello svizzero-tedesco RTL e su quello austriaco ORF. Il consiglio è di utilizzare solo piattaforme legali.

Chissà quale sarà l’Inter che scenderà in campo all’Olimpico, se quella sciatta e grigia di Praga, oppure quella volitiva e grintosa che ha battuto la Juventus. Un enigma per ora irrisolvibile. L’Inter affronta le partite troppo distratta e svogliata, va in svantaggio costantemente, accusa una preoccupante Icardi dipendenza. De Boer – in versione europea – sceglie ostinatamente le riserve pur dichiarando con grande enfasi di voler vincere l’Europa League. Ma è evidente che molti giocatori usati a intermittenza non riescono a esprimersi come dovrebbero: Felipe Melo e Andrea Ranocchia vengono duramente contestati e sono sopportati a fatica dai tifosi. Palacio non sembra più in grado di incidere e segna soltanto quando si ritrova vicino Icardi. L’assenza di Miranda fa franare la difesa ma un tecnico attento come De Boer avrebbe dovuto capire la situazione con largo anticipo, limitando il turn over e anche i danni.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 3 Media: 5]

NESSUN COMMENTO

Rispondi