Tutto pronto per la gara di questa sera 26 ottobre 2016

Entra sempre più nel vivo il campionato di calcio di Serie A e Napoli Empoli, in programma questa sera 26 ottobre 2016 alle 20.45 è una sfida da seguire con attenzione, anche in diretta streaming da PC, smartphone e tablet. La gara fornirà indicazioni interessanti sulle ambizioni e la forza di entrambe le squadre ed ecco allora che anche per questo incontro è caccia alla diretta live. Come al solito, i punti di riferimento per lo streaming sono Mediaset e Sky, a dispetto di portali e piattaforme web che propongono soluzioni gratuite e illegali. Tra i modi che anche di recente hanno trovato terreno fertile, rispetto a cui le stesse Sky e Mediaset stanno usando il pugno duro, in seguito al continuo oscuramento (e successiva riattivazione) di Rojadirecta.

Anche in questa occasione, il consiglio è di fare riferimento sempre a piattaforme legali, sia perché sono appunto consentite e sia per la migliore qualità della visione. Accanto alla visione sul televisore di casa, solo per abbonati, Mediaset propone il servizio on demand Premium Play, disponibile su iPhone e iPad, tablet e smartphone Android. Doppia possibilità con Sky per la diretta streaming di Napoli Empoli. La prima è l’app Sky Go, soli abbonati. Anche se gratuitamente scaricabile e consente l’accesso anche al resto della programmazione, la fruizione è legata alla sottoscrizione di un contratto con il canale satellitare. Quindi c’è la piattaforma web Now TV che non richiede alcun abbonamento, neanche per Napoli Empoli.

Il costo di una singola partita è di 9,99 euro, ma è a disposizione un ampio ventaglio di offerte mirate. Gli incontri possono essere visti da PC equipaggiati con sistema operativo Windows XP, Windows Vista, Windows 7 e Windows 8.1, Windows 10 Mac con sistema operativo 10.7, 10.8, 10.9, tablet – iPad 2, iPad 3, iPad 4, iPad Mini, iPad Air con iOS 6 e 7 tramite app; Samsung Galaxy Note 10.1 2012, Samsung Galaxy Note 8.0, Samsung Galaxy Tab 3 10.1, Samsung Galaxy Tab 3 8.0, Samsung Galaxy Tab 2 10.1, Samsung Galaxy Tab 10.1, Samsung Tab S 10.5, Samsung Tab S 8.4 -, smartphone, smart TV, Xbox One e Xbox 360, PlayStation 3 e PlayStation 4 e dal Now TV Box da collegare al televisore di casa anche via Wi-Fi.

Riconquistare il pubblico del San Paolo per presentarsi al meglio alla supersfida di sabato contro la Juventus. Al di là della retorica («guardiamo una partita alla volta»), il Napoli di Sarri dovrà bilanciare queste due esigenze nella sfida di stasera al San Paolo in un turno infrasettimanale particolarmente insidioso per una squadra spremuta che gioca ogni tre giorni ma che non può rallentare dopo i tre ko di fila. Il successo di Crotone ha restituito fiducia all’ambiente azzurro, ma la sfida di oggi presenta non poche incognite, sia per la qualità dell’Empoli, sia per l’emergenza totale che vive l’attacco azzurro, con Milik out per mesi e Gabbiadini, l’unica altra punta di ruolo, squalificato per due giornate.

Sull’attaccante bergamasco, il Napoli conferma l’orientamento di non presentare ricorso: difficilmente si potrebbe rovesciare l’accusa di comportamento gravemente anti-sportivo e non ci sarebbero neanche i tempi tecnici per avere un eventuale sconto di pena in tempo per la sfida contro la Juventus. Sarri punterà quindi davanti sul trio dei “piccoli”: Mertens agirà centrale e vuole confermare di fare la differenza anche lì, mentre Callejon, capocannoniere azzurro in campionato con sei reti è pronto a rimpinguare il bottino. Ma la gara è fondamentale soprattutto per Lorenzo Insigne, uscito tra i fischi nell’ultima gara al San Paolo, con il Besiktas, dopo una prova incolore e l’errore dal dischetto. Insigne dovrà mostrare di aver recuperato smalto e guizzi, ma anche un rinnovato spirito di sacrificio in copertura.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 1 Media: 5]

NESSUN COMMENTO

Rispondi