Ecco i modi in Italia per il real time della Champions League

Il fischio d’inizio della gara Napoli Dinamo Kiev, da poter vedere anche in diretta streaming oltre che in diretta TV, è alle 20.45. Al pari di quanto è successo con i precedenti match di Champions League e nonostante le grande con la giustizia del suo fondatore con tanto di richieste di oscuramento della sua creature, Rojadirecta continua a rimanere un punto di riferimento per gli utenti alla ricerca delle immagini in diretta live gratis. Peccato solo che si tratti di una soluzione illegale ovvero perseguibile da punto di vista giudiziario, instabile nelle prospettive e dalla qualità audio e video inferiore rispetto a chi mette sul piatto i servizi riconosciuti ovvero quelli legali.

Anzi, proprio quest’ultimi stanno migliorando l’esperienza di visione anche se, in riferimento alla Champions League ovvero alla diretta streaming di Napoli Dinamo Kiev, è limitata ai soli abbonati. In Italia, per vedere il match dello Stadio San Paolo in diretta live è necessario passare da Mediaset Premium ovvero dalla sua piattaforma Premium Play, raggiungibile anche attraverso il sito web dedicato. Al di là dell’ampia gamma di device che lo supportano, come iPhone e iPad, smartphone e tablet Android e Windows 10 Mobile, PC e Mac, Xbox One e smart TV, si tratta di un servizio che completa l’esperienza della diretta TV ovvero è accessibile ai soli abbonati Mediaset Premium. In buona sostanza non è possibile vedere, anche a pagamento, la sola Napoli Dinamo Kiev.

Si prevede comunque grande spettacolo questa sera e il il tecnico partenopeo Maurizio Sarri, come fa di solito alla vigilia di tutte le partite, predica prudenza e umiltà. Ma il Napoli ha un solo risultato disponibile nella partita che stasera al San Paolo, nella penultima partita del Gruppo B di Champions League, gli mette di fronte la Dinamo Kiev: la vittoria. Gli azzurri non solo devono battere la formazione ucraina, ma devono anche sperare che nel tardo pomeriggio, in anticipo rispetto alla gara di Napoli, arrivino buone notizie da Istanbul. Se il Besiktas venisse sconfitto dal Benfica, infatti, una vittoria degli azzurri significherebbe la matematica qualificazione agli ottavi di finale della più importante competizione europea.

A quel punto la prima e la seconda poltrona se le disputerebbero Benfica e Napoli nell’ultima gara, in programma a Lisbona il prossimo 6 dicembre. «La partita – dice Sarri – non sarà facile perché la Dinamo Kiev è una squadra difficile da affrontare. Nel girone di Champions non è stata molto fortunata, ma da luglio a ora in trasferta ha perso una sola volta. La gara è più difficile e delicata di quel che si può pensare analizzando la situazione del girone in maniera superficiale». Sulla formazione che intende mandare il campo, l’allenatore non si sbilancia, anche se dalle sue parole traspare, relativamente ai due infortunati pronti al rientro, vale a dire Albiol e Gabbiadini, che il primo finirà per giocare, mentre il secondo, almeno inizialmente, siederà in panchina. Al centro dell’attacco, ancora una volta, ci sarà Dries Mertens che comincia ad abituarsi a questo ruolo per lui inconsueto.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 2 Media: 5]

NESSUN COMMENTO

Rispondi