Molte delle pellicole sono già disponibili sul web per a visione da PC, smartphone e tablet



Chi vuole farsi un’idea in anteprima può partecipare alla partita della visione in streaming dei film candidati al premio Oscar 2017. Il fischio d’inizio è arrivato con l’ufficializzazione dei nomi da parte dell’Academy. La curiosità e l’attenzione del popolo del web sono adesso più alte rispetto a pochi giorni fa, nonostante alcune pellicole stiano ancora incassando milioni di euro e di dollari nei botteghini di tutto il mondo. In ogni caso, non tutti sono già visibili, anche in italiano, in streaming da PC, smartphone e tablet, per via del differente periodo d’uscita, ma la macchina della Rete per vedere i film candidati all’Oscar è già da tempo in moto. Le tre piattaforme di rifermento a cui suggeriamo di rivolgersi sono Amazon, Google Play e iTunes con YouTube come quarta soluzione.

Per il miglior film sono stati scelti Arrival, Barriere, La battaglia di Hacksaw Ridge, Hell or High Water, Il diritto di contare, La La Land, Lion, Manchester by the sea e Moonlight. Il favorito? Il musical La La Land che ha fatto incetta di nomination, aggiudicandosi 14 candidature per l’89esima edizione degli Oscar, un record proprio come Titanic 20 anni fa. Tacconta la storia di Mia interpretata da Emma Stone, una giovane aspirante attrice, e Sebastian interpretato da Ryan Gosling, musicista jazz, che si conoscono a Los Angeles mentre provano a realizzare i propri sogni. Per sapere chi la spunterà occorre attendere il 26 febbraio, quando è in programma la cerimonia di consegna delle statuette che si svolgerà al Dolby Theatre di Los Angeles.

Nella sezione documentari ci sono tracce italiane con Fuocoammare, già vincitore dell’Orso d’oro al Festival di Berlino a febbraio dell’anno scorso. Ma un tocco italiano è presente anche fra i nominati nella sezione miglior trucco e acconciatura: Alessandro Bertolazzi e Giorgio Gregoriani sono candidati per Suicide Squad, che nella categoria sfida A Man Called Ove e Star Trek Beyond. Ed è di origini italiane, seppur cresciuto in Canada, anche Alan Barillaro in corsa con il corto Piper nella categoria miglior cortometraggio d’animazione, film che concorrerà con Blind Vaysha, Borrowed Time, Pear Cider and Cigarettes e Pearl.

E poi l’animazione: candidati Kubo e la spada magica, La mia vita da zucchina, La tartaruga rossa, Zootropolis e Oceania, quest’ultimo in corsa anche per la miglior canzone originale con la sua How Far I’ll Go. A proposito, ecco anche la sfida degli Antioscar, il peggio del 2016. Quest’anno in testa alle candidature dei cosiddetti Razzie Awards si piazza Zoolander 2, seguito da Batman contro Superman e Nonno scatenato. Per il premio Peggior attore si candidano Robert De Niro (Nonno scatenato), Ben Affleck (Batman contro Superman) e Ben Stiller (Zoolander 2). Tra le attrici, spiccano per la brutta interpretazione Julia Roberts (Mother’s Day) e Megan Fox (Tartarughe Ninja). Il bilancio complessivo assegna otto nomination per Zoolander 2 e sette a Batman contro Superman.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 2 Media: 5]

NESSUN COMMENTO

Rispondi