Negli ultimi giorni la decisione del Governo riguardo il pagamento del Canone Rai nella bolletta della luce, è costantemente al centro delle attenzioni di tutti i possessori di apparecchi radiotelevisivi, con moltissimi casi differenti che vengono via via presi in esame e spiegati meglio. Ricordiamo che il canone si potrà pagare in rate a partire dal prossimo luglio.

GLI AGGIORNAMENTI – Dalle pagine de Il Giornale oggi Luigi Coldagelli, Responsabile delle relazioni con i media dell’Ufficio stampa della Rai, interviene per precisare per prima come non ci siano cambiamenti per ciò che riguarda le norme che sanzionano gli evasori dell’imposta. Coldagelli precisa anche che l’addebito in bolletta non riguarda eventuali arretrati, ma esclusivamente il canone dovuto a partire dal 1 gennaio 2016. Da ricordare però che da quest’anno, stando a quanto dichiarato da un articolo pubblicato sul settimanale Tv Sorrisi e Canzoni, si applicherà il principio di “presunzione di detenzione di apparecchio”. Si precisa anche che, come avviene dal 2002, chi vende o ripara televisori non deve pagare il canone.

Chi non possiede un apparecchio televisivo può autocertificarlo tramite un modulo facilmente reperibile in Rete in diversi siti. Di questa tipologia di autocertificazione possono avvalersi tutti quelli che, all’indirizzo di fornitura dell’energia elettrica, non risultino possessori di alcun apparecchio televisivo. Per evitare l’addebito automatico in bolletta, l’autocertificazione va inviata in busta chiusa tramite raccomandata andata/ritorno all’Agenzia delle Entrate di Torino al seguente indirizzo: Agenzia delle Entrate S.A.T., Sportello Abbonamenti TV, Ufficio Torino 1, Casella postale 22, 10121 Torino. In alternativa, il modulo di autocertificazione può essere consegnato a mano presso l’Ufficio territoriale dell’Agenzia delle Entrate più vicino alla propria residenza. Sarà poi compito del personale locale inviarlo per competenza all’ufficio di Torino. Se ovviamente si possiede un televisore presso un’abitazione differente da quella cui si riferisce l’autocertificazione, il canone verrà regolarmente conteggiato insieme al consumo di energia elettrica nella bolletta del proprio fornitore.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 1 Media: 5]

1 commento

  1. L’abbonamento RAI è intestato a me, ma la bolletta per l’elettricità ( non ENEL) è intestata a mia moglie. Come farà il gestore dell’elettricità ad individuarmi? Addebiterà la bolletta a mia moglie ed arriverà la bolletta anche a me intestatario dell’abbonamento?

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome