Quali sono gli errori più comuni che potremmo trovarci in bolletta, oltre al canone rai? Ecco cosa abbiamo scoperto a riguardo.



Il canone Rai verrà introdotto nella bolletta di energia elettrica. La notizia, ormai, è certa e riconosciuta da tutti. Eppure, alcuni errori potrebbero creare notevole disagio agli utenti. Questi ultimi potrebbero, infatti, trovarsi i totali lievitati. Ecco cosa potrebbe succedere.

La Rai e il canone in bolletta: gli errori

Come abbiamo anticipato, il canone Rai per questo 2016 verrà introdotto nella bolletta di energia elettrica a partire da luglio 2016 con un acconto di 70 euro. Le altre tre tranche verranno ripartite entro la fine dell’anno, e il loro importo si aggira intorno ai 10 euro.

Ora, la notizia non ha fatto piacere ai più. Non solo: questa “novità” ha creato un bello scompiglio tra la gente, ma  ha sollevato una serie di dubbi. Prima di tutto, i rischi di errore (almeno così in apparenza) sembrano davvero molto elevati in relazione alle somme stabilite in base agli incroci di banche dati, all’individuazione della presenza dell’apparecchio, al periodo di fruizione dello stesso abbonamento, alle rate pagate e insolute e anche in base all’intestatario della bolletta.

IL CANONE RAI E GLI EVASORI – Tuttavia, c’è da considerare eventualmente anche il coniuge: cosa potrebbe succedere se un coniuge si ritrovasse intestate le bollette, e l’altro solo il canone Rai? La risposta più immediata porta ad “additare” un coniuge come evasore, e quindi in bolletta quest’ultimo si ritroverà anche gli arretrati.

In realtà, una situazione così non è inusuale. Anzi, stiamo parlando di una situazione concreta. Bisogna, quindi, tutelarsi fin da subito? In realtà, secondo quanto riportato da vari siti, è inutile premunirsi prima ancora di vedere la bolletta effettiva.

Solo dopo aver visto l’importo effettivo, e dopo aver trovato l’errore in bolletta, è possibile fare ricorso inoltrando il tutto all’Agenzia delle Entrate.

Ricordatevi, però, che potete autocertificare la mancanza di un televisore in casa! In questo caso, dopo aver compilato il modulo potete inviarlo, o portarlo a mano, direttamente all’Agenzia più vicina a voi.

Articoli Correlati:

 

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 2 Media: 3]

NESSUN COMMENTO

Rispondi