Puntuali come un orologio, ogni anno in occasione del Festival di San Remo non vanno in scena solo i cantanti in gara, ma anche le polemiche sul canone RAI. Molti contribuenti non digeriscono di dover contribuire al finanziamento della manifestazione canora, che si tratti dei compensi per i conduttori (quest’anno Carlo Conti, Gabriel Garko, Virginia Raffaele e Madalina Ghenea) o di quelli per i vari ospiti nazionali o internazionali.
E quest’anno, grazie o a causa della nuova modalità di riscossione che, inserendo il canone nella bolletta della luce, evita la possibilità di evadere l’imposta, le proteste sembrano essere più virulente del solito, tanto che sono state organizzate delle petizioni, anche online, da inoltrare al governo e alla dirigenza di Viale Mazzini.
BOLLETTA ELETTRONICA – Senza considerare gli eventuali errori nell’identificazione dei contribuenti, quest’anno si prevede un gettito maggiore: grazie all’attuale modalità di riscossione, l’evasione del canone dovrebbe scendere dall’odierno 30%, a un più fisiologico 5%. Ricordiamo che il canone Rai dal 2016 sarà legato all’intestazione dell’utenza elettrica, presupponendo che a questa corrisponda la presenza in casa di un apparecchio televisivo. non è in previsione alcun condono per gli arretrati non corrisposti che cadranno in prescrizione dopo 10 anni, mentre le multe per chi non paga potranno raggiungere i 500 euro. Esenzione per chi supera i 75 anni di età e non raggiunge il reddito minimo di 6.700 euro.
La buona notizia è che se si attiva la modalità di pagamento con addebito sul conto corrente e si acconsente all’emissione della bolletta in formato elettronico, a patto che si faccia parte del regime di maggior tutela (cioè non si sia clienti di una compagnia del mercato libero), gli utenti avranno diritto a uno sconto sulla bolletta elettrica. Per acconsentire all’invio della fattura in formato elettronico, sarà sufficiente non rispondere alla lettera che il gestore invierà per chiedere l’adesione a questo nuovo sistema di fatturazione. Passati 60 giorni, il formato elettronico verrà considerato accettato.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 1 Media: 5]

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome