Ecco come vedere la sfida oggi sabato 18 giugno 2016 alle 15



Tutto pronto per la sfida Belgio Irlanda di oggi sabato 18 giugno 2016, da vedere in diretta streaming su PC, smartphone e tablet. Il fischio d’inizio di questa valida valida per il secondo turno della fase a gironi del gruppo E degli Europei 2016, lo stesso dell’Italia, è alle ore 15. Oltre che in diretta TV sui canali Sky e su quelli Rai ci sono soluzioni per la diretta live e sono offerte da Rai e Sky. Nel primo caso è sufficiente collegarsi al sito rai.tv, individuare e scegliere nelle voci di menu “Dirette TV”, selezionare Rai 1 nel successivo menu a tendina che si apre. Al termine di una manciata di secondi di pubblicità, inizierà il collegamento via streaming di Belgio Irlanda.

Su smartphone e tablet è poi possibile scaricare l’app gratuita rai.tv. Dopo averla installata è sufficiente fare clic su Rai 1 nella prima schermata in alto Dirette TV. Il suggerimento è di verificare con attenzione di essere collegati a una rete Wi-Fi poiché il consumo dati è notevole. Doppia possibilità con Sky per la diretta streaming di Belgio Irlanda di questo pomeriggio. La prima è l’app Sky Go, soli per abbonati. Anche se gratuitamente scaricabile e consente l’accesso anche al resto della programmazione Sky, la fruizione è legata alla sottoscrizione di un contratto con il canale satellitare. Quindi c’è la piattaforma web Sky Online per vedere Belgio Irlanda: non richiede alcun abbonamento ma è a pagamento. Il costo di una singola partita è di 9,99 euro.

Dal punto di vista sportivo, dopo la sconfitta all’esordio contro l’Italia, il Belgio si gioca tutto oggi contro l’Irlanda nel secondo match del gruppo E. Allo Stade de Bordeaux la squadra di Marc Wilmots, seconda nel ranking Fifa, dovrà dimostrare di aver dimenticato la disfatta del debutto, anche per non arrivare allo scontro contro la Svezia mercoledì con l’incubo del dentro o fuori. Deludente sul piano del gioco e senza idee, nonostante le tante stelle in campo, i Diavoli Rossi hanno l’occasione per rilanciarsi. Lo sa bene il ct belga, che nasconde le carte – «ci saranno dai 2 ai 10 cambi» – quasi a voler tenere tutti sulle spine.

All’esordio contro l’Italia non ha funzionato praticamente nulla nelle file dei belgi, surclassati tatticamente dagli azzurri e con l’attacco, sulla carta il punto di forza della squadra, inesistente. Per questo davanti De Bruyne e Lukaku lasceranno ilposto a Carrasco e Benteke. «Se va male, lo sarà per me – aggiunge Wilmots assumendosi ogni responsabilità -. Ho giocato quattro Mondiali, quindi so come funziona con la stampa. Siamo abituati. Per alcuni eravamo i favoriti, ma io ho sempre detto il contrario. Per quanto riguarda i miei giocatori, tutti giocano per grandi club e sanno come gestire la pressione. Il calcio io l’ho sempre relativizzato e so che è solo calcio, faremo quello che possiamo senza avere rimpianti, anche se so che a volte a decidere sono i dettagli. E poi vedo che anche le grandi nazionali hanno dovuto sudare per vincere».

Nonostante il ko e la brutta figura contro l’Italia, Wilmots non perde la fiducia: «Non bisogna buttare via tutto dopo una sconfitta – aggiunge -. Sono stato il ct di questa nazionale per altre 47 partite, dove abbiamo perso solo 5 volte. Ho fiducia nei miei giocatori e so che reagiranno. Non mi piace perdere e spero di vedere la giusta reazione in campo». E l’Irlanda? Guai a sottovalutare i verdi di Martin O’Neill. Il pari all’esordio con la Svezia è stata una bella iniezione di fiducia. «Tra loro sembra che ci siano state delle frizioni perché non hanno battuto l’Italia, ma l’Italia è una nazionale forte – commenta O’Neill -. Ma il Belgio sarà all’altezza della partita, saranno pronti e lo saremo anche noi». Il tecnico dovrebbe confermare il 4-4-2; non sarà del match Walters,mentre potrebbe essere schierato sulla linea mediana Brady.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 1 Media: 5]

NESSUN COMMENTO

Rispondi