Presentato al CES 2015, arriva il due ruote che ricalca le orme di Tesla



Gogoro-SmartScooter
Gogoro-SmartScooter

Il tema dell’inquinamento dell’aria è ormai d’attualità anche in Italia, dove, soprattutto le grandi città, devono far fronte a delle vere e proprie situazioni di crisi, in cui l’aria diventa irrespirabile quasi al pari delle megalopoli d’oriente. Una di queste si sta facendo avanti proponendo delle soluzioni a emissioni zero, si tratta di Taipei (Taiwan). I veicoli che affollano questa città di 2.6 milioni di abitanti sono innumerevoli, tra questi però sono spuntati anche 4.000 scooter Gogoro, il modello elettrico di grande successo.

Il successo non è semplicemente dettato dalla moda, ma anche da una strategia tanto innovativa quanto aggressiva, che, si spera, possa rivoluzionare il mercato. Acquistare Gogoro non è di certo economico, ma i proprietari acquisiscono il diritto di avere batterie sempre nuove attraverso un sistema di scambio nelle stazioni dedicate. Solo nell’area urbana di Taipei esistono già 140 stazioni di ricarica: attraverso un’app per smartphone dedicata, i possessori di Gogoro a corto di autonomia possono individuare la stazione più vicina e prenotare le due batterie necessarie. La prenotazione dura 10 minuti, entro i quali ci si reca alla stazione dove depositare in appositi armadietti le batterie scariche e si prelevano quelle a piena carica, così da avere altri 100 km di autonomia.

L’accesso al sistema di ricarica descritto è possibile grazie ad un piano messo appunto dall’azienda produttrice di Gogoro, che prevede l’accesso illimitato alle stazioni di ricarica a fronte del pagamento di un canone mensile fisso. In alternativa è possibile ricaricare le batterie a casa propria attraverso un kit dedicato, tuttavia bisogna portarsi dietro le due batterie da 9 kg l’una.

Gogoro, oltre ad essere completamente elettrico, è il primo scooter definito “smart“, in quanto utilizza lo smartphone come chiave di accensione e, sempre dal dispositivo mobile, è possibile accedere a tutte le informazioni più importanti, sfruttando gli 80 sensori installati. È possibile persino personalizzare suoni e luci dei fari.

Dal punto di vista delle prestazioni, il motore vanta un’ottima accelerazione grazie ai suoi 8.5 cavalli ed è in grado di spingere Gogoro ad una velocità massima dichiarata di oltre 90 km/h.

Resta da vedere se l’enorme successo ottenuto a Taipei avrà seguito anche in Europa, dove Gogoro debutterà nei primi mesi del 2016 ad Amsterdam.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 4 Media: 5]

NESSUN COMMENTO

Rispondi