C’è sempre il mondo della scuola, del Tfa terzo ciclo, del concorso per insegnanti e degli ambiti territoriali al centro dell’attenzione. Tra iscrizioni e pubblicazione del bando, prove e punteggi da assegnare, requisiti e modalità di svolgimento delle prove scritte e orali, tutto è sostanzialmente fermo e sospeso nell’incertezza. E il web, con i tanti portali specializzati, i blog, i forum di discussione e lo stesso sito ufficiale del Ministero dell’Istruzione, rappresenta la cassa di risonanza per esprimere pareri, raccontare le novità, rendere pubbliche le perplessità e suggerire cambiamenti e miglioramenti. In fin dei conti c’era da aspettarselo.

Il cosiddetto piano della buona scuola dell’esecutivo rappresenta un importante spartiacque. Le modifiche introdotte sono tante, come quella che prevede l’apertura delle porte della partecipazione al concorso per i soli docenti abilitati. Ecco allora che entra in gioco il terzo ciclo del Tirocinio formativo attivo ordinario. Senza il conseguimento del titolo sarà impossibile partecipare ai futuri concorsi scuola. L’evidenza da cui sono si scappa sono i ritardi nella tabella di marcia. Seppur pronto, rivisto e corretto, il bando per il concorso scuola non è stato pubblicato. In realtà, è più corretto parlare di bandi perché saranno tre: uno per la scuola dell’infanzia e primaria, uno per la scuola secondaria di primo e secondo grado, uno per il sostegno.

Inizialmente previsti per il primo dicembre dello scorso anno, tra conferme e smentite, ritardi e clamorosi passaggi a vuoto, a oggi 25 febbraio 2016 di ufficiale ci sono solo il regolamento per le nuove classi di concorso, già pubblicato in Gazzetta Ufficiale, e il numero di assunzioni. Sotto il primo punto di vista, si sa che sono state ridotte da 168 a 116: A-23 Lingua italiana per discenti di lingua straniera; A-35 Scienze e tecnologie della calzatura e della moda; A-36 Scienze e tecnologia della logistica; A-53 Storia della musica; A-5 Strumento musicale negli istituti di istruzione secondaria di II grado tl; A-57 Tecnica della danza classica; A-58 Tecnica della danza contemporanea; A-59 Tecniche di accompagnamento alla danza; A-63 Tecnologie musicali; A-64 Teoria, analisi e composizione; A-65 Teoria e tecnica della comunicazione.

Per quanto riguarda le assunzioni per il triennio 2016-2018 sono previsti poco più di 63.000 ingressi, esattamente 63.712, di cui 52.828 per gli insegnamenti comuni, 5.766 per il sostegno e 5.118 per l’organico di potenziamento dell’offerta formativa. Ma finché non verrà scritta la parola fine alle operazioni del concorso scuola, il terzo ciclo del Tfa rimarrà fermo al palo.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 3 Media: 5]

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome