Dal Tfa al concorso, dai trasferimenti agli esami passando per e graduatorie, sono tanti i fronti caldi nel mondo della scuola. E le risposte arrivano quasi sempre via web.

Tfa

C’è l’incertezza sui tempi di pubblicazione dei bandi relativi al terzo ciclo del Tfa 2016 ordinario. Sono attese novità in questo mese di marzo, ma alla luce dei ritardi generalizzati che si ripercuotono a catena in tutte le operazioni, non è da escludere che l’appuntamento slitti ad aprile. A ogni modo, nella scia di quanto sta ora succedendo per il concorso scuola, l’intera procedura si consumerà via web.

Trasferimenti e mobilità

Interessano gli assunti entro l’anno scolastico 2014-2015, inclusi i docenti di sostegno delle superiori, quelli in esubero e quelli trasferiti d’ufficio negli ultimi otto anni che hanno mantenuto il diritto a rientrare nella sede di ex titolarità con precedenza. Tutti loro potranno presentare domanda di trasferimento all’interno della propria provincia dal 25 marzo al 14 aprile. Si resta in attesa dell’ordinanza che confermerà queste scadenze ipotizzate dal Ministero dell’Istruzione. Il provvedimento vedrà comunque la luce dopo il 15 marzo mentre i risultati dei trasferimenti della fase provinciale vedranno la luce il 20 giugno. In parallelo, le domande di mobilità interprovinciale possono essere presentate a maggio.

Concorso

Le procedure per la partecipazione sono in corso. Ogni candidato può presentare via web la domanda in una sola regione. I candidati che hanno i titoli per partecipare alle procedure concorsuali per la scuola secondaria e per il sostegno potranno presentare la domanda anche in una regione diversa da quella prescelta per il bando della scuola dell’infanzia e primaria e viceversa. I posti per la scuola dell’infanzia sono 6.933 e per la scuola primaria 17.299. Per la scuola secondaria sono 15.638 per il primo grado e 17.231 per il secondo grado. A questi si aggiungono 506 posti per la nuova classe di concorso A023 relativa all’insegnamento dell’italiano come seconda lingua.

Esami

C’è tempo fino al 26 marzo per presentare domanda per l’inserimento nelle commissioni degli esami di Stato, obbligatorio se non sono stati individuati i commissari interni o referenti del plico telematico. Per altre categorie di personale, la presentazione è facoltativa. Anche in questo caso occorre procedere solo via web.

Graduatorie

La novità arriva dal Milleproroghe, approvato in via definitiva: le procedure di aggiornamento delle graduatorie a esaurimento si svolgeranno nel 2019. Stessa cosa per le graduatorie di istituto di prima fascia. Diverso è il caso delle graduatorie di istituto di seconda e terza fascia, che di conseguenza non avranno più effetti al 31 agosto 2017 e saranno sostituite dalle nuove dal primo settembre del prossimo anno.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 3 Media: 4]

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome