Quelle no, le date della pubblicazione del bando relativo al terzo ciclo del Tfa ordinario 2016 non sono state comunicate. Ma è stato lo stesso Ministero dell’Istruzione a confermare ufficialmente come la procedura sarà attivata. Tempi, requisiti per la partecipazione e modalità di svolgimento sono in fase definizione da parte di viale Trastevere. Verosimilmente non si saprà nulla entro la fine di questo mese di marzo 2016, anche perché questo sono i giorni dell’accettazione via web delle domande per partecipare al concorso scuola per insegnanti.

Sono tre i bandi di concorso per reclutare oltre 63.000 docenti entro il 2018. Il primo mette in palio 6.933 posti per la scuola dell’infanzia e 17.299 per quella primaria. Il secondo bando prevede 16.147 cattedre per la scuola secondaria di primo grado e 17.232 per la secondaria di secondo grado. Un terzo bando prevede 6.101 posti di sostegno: 304 alla scuola dell’infanzia; 3.799 alla primaria; 975 alle medie; 1.023 alle superiori.

Riserva per gli abilitati. Al concorso per infanzia e primaria potranno partecipare i docenti abilitati a insegnare, ma anche ai diplomati magistrali entro l’anno scolastico 2001/02. Al concorso per le medie e le superiori ogni candidato potrà presentare domanda per la classe di concorso per cui possiede i titoli e si potrà indicare una sola regione, come per infanzia e elementari. I candidati al bando per il sostegno, oltre all’abilitazione, dovranno anche avere la specializzazione sul sostegno, conseguita entro il 30 marzo 2016.

Il contributo. Le domande di partecipazione vanno inoltrate entro le ore 14 del 30 marzo 2016 attraverso Polis (Presentazione On Line delle Istanze). Nella domanda bisognerà indicare le classi o gli ambiti disciplinari per cui si concorre. Per ogni procedura concorsuale si paga un diritto di segreteria di 10 euro. È possibile candidarsi a più di un bando: chi ne ha i requisiti potrà candidarsi ad esempio al concorso per l’infanzia in una regione e a quello per la secondaria anche in una regione diversa.

Scritto e orale. Lo scritto, da svolgere al computer, prevede 8 domande sulla materia di insegnamento di cui due in lingua straniera (inglese, francese, tedesco o spagnolo, obbligatoriamente l’inglese per la primaria). Sei quesiti saranno a risposta aperta e due (in lingua) a risposta chiusa. Il candidato dovrà dimostrare di avere un livello di competenza pari almeno al livello B2. Lo scritto avrà una durata di 150 minuti. Mentre sono previsti 45 minuti per l’orale: 35 per una lezione simulata e 10 di dialogo fra candidato e commissione.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 11 Media: 4]

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome