Come cambia, con la nuova riforma, la partita iva con il regime dei minimi? Ecco le ultime notizie in merito.



regime minimi

Nuovi cambi per chi ha la partita iva con il regime dei minimi. Già, perché la riforma (iniziata ufficialmente nel 2015 e ultimata proprio ad inizio anno 2016) ci ha riservato numerose sorprese, soprattutto nell’ambito della comunicazione. Vediamo, quindi, come ha cambiato le carte in tavola.

Il regime dei minimi: cosa è cambiato

Il nuovo regime dei Minimi con aliquota al 15% prenderà il posto, in via del tutto definitivo, del vecchio sistema con aliquota al 5%. Tuttavia, sono cambiati i massimali inerenti le varie categorie che lavorano con partita Iva.

Ciò che, invece, rimane invariato è il meccanismo che regola proprio il Regime dei Minimi, ovvero il sistema che interessa tutti coloro che fatturano fino ad una determinata soglia. Vediamo, quindi, come cambiano i tetti del reddito di cui abbiamo appena parlato.

IL REGIME DEI MINIMI: COME CAMBIA CON LA NIOVA RIFORMA – In sostanza, per i liberi professionisti si potrà arrivare fino a 30 mila euro di ricavi (contro i 15 mila del tetto precedente). Gli artigiani e le imprese non alimentari avranno lo stesso tetto (30 mila invece dei precedenti 20 mila euro), mentre i commercianti (sia all’ingrosso che al dettaglio) potranno raggiungere i 50 mila euro di ricavi (invece dei 40 mila precedenti).

Infine, gli ambulanti di alimentari e bevande potranno raggiungere la soglia dei 40 mila euro (invece che i 30 mila del 2015), mentre gli alberghi e i ristoranti potranno arrivare fino a 50 mila (invece dei 40 mila dello scorso anno).

Ci saranno nuovi vantaggi anche per chi apre nuove partite Iva con un’aliquota pari al 5% per i primi tre anni. Infine, anche per le start up ci sarà un regime fiscale agevolato al 5%.

Insomma nuove agevolazioni, ma anche tanti paletti in più: c’è da dire che, presumibilmente, la riforma dei Regimi dei Minimi ha ufficialmente preso la sua impronta definitiva. La riforma, infatti, non dovrebbe essere nuovamente toccata … almeno per i prossimi anni.

Articoli Correlati:

 

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 3 Media: 4]

NESSUN COMMENTO

Rispondi