Professionisti equiparati alle piccole e medie imprese nell'accesso alle risorse comunitarie



Le disposizioni sulle Partite Iva 2016, ora equiparate alle piccole e medie imprese nella possibilità di accedere ai fondi europei, iniziano a prendere forma con la predisposizione di bandi regionali, utili anche per acquistare attrezzature informatiche. Dopo il focus sulle opportunità in Lombardia, Lazio, Emilia Romagna, Piemonte e Puglia, ecco come si muovono altre amministrazioni regionali.

Veneto

La Regione finanzia con fondi Fse progetti pluriaziendali, rivolti a più imprese o a professionisti, per sviluppare competenze in green e blu economy, strategie di promozione e internazionalizzazione. È attivo anche un bando per finanziare la cooperazione tra soggetti economici nella formazione continua. I professionisti possono partecipare come partner aziendali. Tra maggio e giugno arriveranno le prime misure finanziate con il Fesr aperte anche ai professionisti.

Toscana

professionisti toscani hanno avuto accesso al bando che finanzia i tirocini per praticanti sotto l’ombrello dei fondi Fse già nella programmazione 2007-2013. In quella 2014-2020 accedono a nuove opportunità: coworking, incentivi per l’occupazione, interventi a sostegno della formazione continua. Sono allo studio misure per favorire il passaggio generazionale. Sul Fesr la Regione sta valutando le modalità per recepire le novità introdotte dalla legge di stabilità.

Friuli Venezia Giulia

La Regione ha da tempo avviato iniziative per finanziare parte dei costi legati all’avvio di forme associate o societarie di attività professionali, ordinistiche e non ordinistiche. Sono inoltre consentite agevolazioni fiscali a livello regionale anche per i professionisti. Sono invece ancora allo studio le modalità per recepire le disposizioni della legge di Stabilità 2016 per equiparare professionisti e partite Iva alle Pmi come beneficiari dei fondi strutturali europei.

Marche

I bandi pubblicati sotto l’ombrello del Fondo sociale europeo prevedevano già la possibilità per gli studi di professionisti di accedere ai fondi. I prossimi finanziamenti ai tirocini e alla formazione saranno ulteriormente ampliati ai singoli professionisti. Nei prossimi bandi relativi al Fesr, professionisti e autonomi saranno inseriti tra i beneficiari per i finanziamenti destinati alle attrezzature e all’efficienza energetica.

Sardegna

Sostegno agli investimenti materiali e immateriali, servizi di consulenza e formazione, aiuti per avviare l’attività e per le imprese o gli studi innovativi. Sono le finalità al centro di quattro delibere che la Giunta ha già approvato in prima lettura per destinare le risorse del Fesr 2014-2020. I professionisti sono automaticamente inclusi. Il finanziamento sarà del 50% e l’attribuzione avverrà con una piattaforma informatica. Il primo bando da 32 milioni è previsto per aprile e sarà destinato al Sulcis.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 3 Media: 5]

NESSUN COMMENTO

Rispondi