Mentre le ultime notizie sul terzo ciclo del Tfa ordinario 2016 continuano a farsi desiderare, il Ministero dell’Istruzione ha scelto la strada del web per pubblicare i chiarimenti ai dubbi più comuni sul concorso scuola 2016 per insegnanti. E lo ha fatto con 8 domande e risposte, sottolineando anche che non è previsto un limite di età per la partecipazione al concorso.

Pagamento dei 10 euro. Sono indispensabili per partecipare e vengono giustificati come diritti di segreteria. Il versamento dovrà essere effettuato per ognuna della procedure per cui si fa domanda. C’è però un’eccezione ed è quella degli ambiti verticali ovvero per le aggregazioni di classi di concorso della scuola secondaria di primo e secondo grado. Il Ministero dell’Istruzione ha chiarito che se il concorso a cui si partecipa è stato aggregato a un’altra regione, il pagamento deve essere disposto indicando nella causale la regione presso la quale sono stati individuati i posti.

Vecchie e nuove classi di concorso. L’abilitazione conseguita in una qualsiasi delle vecchie classi di concorso sarà considerata valida ai fini della partecipazione al concorso. Diventa quindi fondamentale la consultazione della tabella predisposta dal Ministero dell’Istruzione e pubblicata sul sito ufficiale.

Domande in regioni diverse. In via contemporanea, gli aspiranti docenti di ruolo possono indirizzare le domande per la partecipazione al concorso scuola 2016 anche a regioni diverse, ma solo se facciano riferimento a procedure disposte tramite lo stesso bando. Come è noto i bandi sono tre: uno per la scuola dell’infanzia e primaria, un secondo per le scuole secondarie di primo e secondo grado, un terzo per il sostegno. Non è consentito partecipare in regioni diverse a selezioni che riguardano diverse classe di concorso oppure in una regione per l’infanzia e un’altra regione per la primaria.

Posti in una regione e selezione in un’altra. Chi intende partecipare al concorso per insegnanti in una regione deve indirizzare la domanda all’Ufficio scolastico associato, anche se la selezione si terrà in un’altra regione. Non occorre fare altro perché sarà poi l’Ufficio scolastico della regione dove si trovano i posti a cui è interessato il candidato a far pervenire la domanda via web all’Ufficio della regione dove si terrà la selezione.

Convalida dell’abilitazione. La domanda di partecipazione al concorso scuola risultano convalidate automaticamente solo se il candidato risulti nelle graduatorie a esaurimento o di istituto, avendo fatto valere il possesso del titolo di abilitazione. In tutti gli altri casi, il candidato deve autodichiarare il possesso dell’abilitazione, che sarà convalidato dall’Ufficio scolastico dove si terrà il concorso.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 4 Media: 4]

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome