Per la presentazione della domanda di disoccupazione 2016 ovvero ricevere l’Asdi (Assegno di disoccupazione) occorre procedere esclusivamente per via telematica tramite il sito Internet dell’Inps, via patronato o contact center. A fornire i nuovi chiarimenti ci ha pensato lo stesso Istituto nazionale della previdenza sociale. Alcune considerazioni preliminari sono indispensabili: l’indennità può essere richiesta dai lavoratori che hanno iniziato a fruire della Naspi l’anno scorso. Le richieste vanno inviate entro 30 giorni dal giorno seguente la fine della Naspi o, se il termine è superato, entro il 2 aprile. L’importo è esente da Irpef poiché è considerato assegno assistenziale

Cos’è. L’Asdi è un’indennità che supporta i lavoratori che percepiscono la Naspi e che al termine della stessa sono ancora senza lavoro e in situazione economica critica.

Chi può ottenerla. Può ricevere l’Asdi chi ha interamente usufruito della Naspi; chi fa parte per il 2015 di un nucleo familiare con almeno un minorenne che può anche non essere figlio del richiedente; chi ha un’età pari o superiore a 55 anni e non ha maturato i requisiti per la pensione anticipata o di vecchiaia; chi deve essere soddisfatto almeno uno dei requisiti di cui negli ultimi due punti. Si ha diritto all’Asdi anche se la stessa, concessa nel 2015, si è protratta nel 2016.

Gli esclusi. Non ha diritto all’Asdi chi ha richiesto l’anticipazione della Naspi; chi ha ricevuto fino al 31 dicembre 2015 Aspi e mini-Aspi; chi ha perfezionato i requisiti pensionistici di vecchiaia o anticipata; chi ha maturato il diritto a percepire l’assegno sociale.

Ulteriori requisiti. Innanzitutto il permanere dello stato di disoccupazione 8 Isee non superiore a cinquemila euro; quindi il non aver superato il limite di fruizione dell’Asdi, corrispondente a un periodo pari o superiore a 6 mesi nei 12 mesi precedenti il termine del periodo di fruizione della Naspi, ovvero un periodo pari o superiore a 24 mesi nel quinquennio precedente il medesimo termine; infine la sottoscrizione di un patto di servizio personalizzato con il Centro per l’impiego.

Decorrenza e durata. L’Asdi viene corrisposta mensilmente per 6 mesi, dal primo giorno successivo al termine della completa fruizione della Naspi.

Importo. È pari al 75% dell’ultima indennità Naspi, al lordo di eventuali decurtazioni derivanti dalla cumulabilità con redditi da lavoro. L’Asdi non può, comunque, essere superiore all’assegno sociale (per il 2015, 448,52 euro variabile in aumento in funzione dei figli considerati a carico).

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 1 Media: 5]

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome