Cosa cambia con le nuove disposizioni

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale e dunque già operativo il decreto correttivo delle norme su lavoro, disoccupazione, ammortizzatori sociali, dimissioni online. Verso il debutto le sanzioni per la mancata informazione sull’inizio della prestazione lavorativa. Già, perché tra le principali novità si segnalano quelle relative all’uso del voucher.

Apprendistato. Possibilità di proroga di un anno dei contratti di apprendistato per la qualifica e per il diploma professionale, in corso alla data odierna, sempre che alla scadenza l’apprendista non abbia conseguito la qualifica o il diploma professionale.

Voucher. Obbligo di comunicare le prestazioni di lavoro accessorio almeno 60 minuti prima delle stesse indicando luogo, giorno, ora di inizio e fine, dati anagrafici o codice fiscale del lavoratore.

Cigo. La domanda di Cigo per eventi oggettivamente non evitabili può essere presentata entro la fine del mese successivo a quello in cui si è verificato l’evento.

Cigs. La sospensione dell’attività lavorativa per Cigs può iniziare entro 30 giorni dalla data di presentazione della domanda.

Contratti di solidarietà. È possibile trasformare da difensivi in espansivi i contratti di solidarietà in corso da almeno dodici mesi e quelli stipulati prima del 1° gennaio 2016. I lavoratori mantengono il 50% della Cigs; la restante parte è a carico dell’impresa e sulla stessa opera la copertura figurativa. Previste agevolazioni anche per le aziende. Per accordi sottoscritti in sede governativa entro il 31 luglio 2015 – riguardanti casi di rilevante interesse strategico nazionale, con notevoli ricadute occupazionali – in relazione ai quali è previsto l’utilizzo dei contratti di solidarietà, è possibile, a domanda, la reiterazione di alcune agevolazioni contributive fino a 24 mesi.

Naspi. Per i lavoratori stagionali operanti nei settori turismo e stabilimenti termali, è previsto un incremento della durata della Naspi (Nuova prestazione di Assicurazione Sociale per l’Impiego) al verificarsi di particolari situazioni.

Deroghe. Le regioni e le province autonome possono concedere, nel 2016, Cig e mobilità in deroga, nella misura massima del 50% del loro plafond, disapplicando i criteri previsti dalla legislazione vigente.

Controllo a distanza. L’autorizzazione all’installazione di impianti audiovisivi, in mancanza di accordo con le organizzazioni sindacali è rilasciata dalla sede territoriale dell’Ispettorato nazionale del lavoro o dalla sede centrale dell’Ispettorato (per imprese con più sedi territoriali). I provvedimenti hanno carattere di definitività.

Dimissioni telematiche. Anche i consulenti del lavoro possono trasmettere i modelli di dimissioni telematiche.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 2 Media: 5]

NESSUN COMMENTO

Rispondi