Scattano sabato 12 marzo 2016 le nuove regole anche per le dimissioni dal lavoro e la risoluzione consensuale del rapporto. Le norme si inseriscono in un contesto più ampio che include le disposizioni relative alla richiesta dell’assegno di disoccupazione. Vediamo da vicino le modalità per compilare il modulo online e per trasmetterlo all’azienda e alla direzione territoriale del Lavoro.

Le credenziali per accedere. Se il lavoratore decide di fare da sé, e quindi di non rivolgersi a un soggetto abilitato, deve anzitutto essere in possesso del Pin Inps di tipo dispositivo e quindi, se già non la possiede, creare anche un’utenza per l’accesso al portale ClicLavoro. Se non ce l’ha deve farne prima richiesta all’Istituto.

La comunicazione delle dimissioni. Il lavoratore, in autonomia o con l’assistenza di un soggetto abilitato, può accedere, tramite il portale del Ministero del Lavoro e della Politiche Sociali, al modulo online per la trasmissione della comunicazione di dimissioni o risoluzione consensuale del rapporto, e alla pagina di ricerca e selezione di una comunicazione per l’invio di una revoca.

La revoca. La revoca delle dimissioni presentate dal lavoratore è possibile entro il termine di sette giorni da quando è stato inviato il modulo che ha ufficializzato le dimissioni o la risoluzione consensuale del rapporto.

L’inizio del rapporto di lavoro. Il lavoratore ha la possibilità di scegliere se il rapporto di lavoro è iniziato prima del 2008 o dopo il 2008 ovvero l’anno di entrata in vigore del sistema delle comunicazioni obbligatorie. Nel primo caso dovrà compilare interamente anche le sezioni 2 e 3 del modulo. Nel secondo caso dovrà inserire solo il codice fiscale del datore di lavoro e il sistema gli prospetterà tutti i rapporti di lavoro attivi in modo che egli possa scegliere quello dal quale intende recedere.

La firma digitale dell’intermediario. Nell’ultima fase della procedura, se la compilazione è avvenuta con il supporto di un soggetto abilitato, si procede alla firma digitale del modulo prodotto con i dati delle dimissioni o della risoluzione consensuale o revoca degli stessi.

L’invio tramite Pec. Ha luogo poi la trasmissione del modulo di dimissioni, risoluzione consensuale o revoca nella casella di Posta elettronica certificata del datore di lavoro e alla Direzione territoriale del lavoro competente, che riceve una notifica nel proprio cruscotto e può visionare il modulo. Oltre alla marca temporale, al modulo è attribuito un codice identificativo composto da anno, mese, giorno, ore, minuti, secondi e millisecondi.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 2 Media: 5]

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome