Per orientarsi nel complesso mondo della scuola il web è fondamentale.



Ormai è tutto pronto per la pubblicazione dei bandi relativi al nuovo concorso scuola 2016 e il web giocherà un ruolo decisivo. I segnali sono numerosi. Il Ministero dell’Istruzione ha annunciato la sviluppo di un sito ad hoc da cui raccogliere tutte le informazioni ufficiali ovvero requisiti per la partecipazione, regole per l’iscrizione, punteggi assegnati per le prove scritte e per quelli orali così come quelli relativi ai titoli posseduti. Ma soprattutto, la piattaforma permetterà di presentare la domande di partecipazione al concorso. Non c’è ancora una data ufficiale di lancio del portale ma, promette il Miur, sarà in contemporanea alla pubblicazione dei bandi.

A ogni modo, se il Ministero dell’Istruzione è il punto di riferimento per avere informazioni ufficiali sul mondo della scuola, non mancano i portali web affidabili, aggiornati e ricchi di interessanti indiscrezioni e anticipazioni. In particolare ci riferiamo a OrizzonteScuola e Tecnica della Scuola. Il suggerimento è di consultare anche i siti dei comparti scuola delle organizzazioni sindacali.

E quanto Internet sia sempre più centrale per la scuola 2016 è dimostrato da altri due segnali. Il primo è l’incontro dei rappresentanti del Ministero dell’Istruzione con i referenti della formazione neoassunti per illustrare le varie fasi del percorso formativo destinato ai circa 90.000 docenti immessi in ruolo. Per l’occasione è stata attivata la nuova piattaforma web Indire con tanto di video saluto del ministro ed è stato permesso di seguire l’evento in diretta streaming. Il secondo è la prova scritta dello stesso concorso scuola: sei domande, di cui due in lingua straniera, alle quali rispondere stando seduti davanti al computer.

A tal proposito, la tipologia di domande è stata rivista. I quesiti erano finiti nel mirino perché giudicati troppo nozionistici e forse in contrasto con un’impostazione moderna e web-based della nuova scuola italiana. Il prossimo anno scolastico sarà caratterizzato dalle nuovi classi di concorso, ridotte da 168 a 116: A-23 Lingua italiana per discenti di lingua straniera; A-35 Scienze e tecnologie della calzatura e della moda; A-36 Scienze e tecnologia della logistica; A-53 Storia della musica; A-5 Strumento musicale negli istituti di istruzione secondaria di II grado tl; A-57 Tecnica della danza classica; A-58 Tecnica della danza contemporanea; A-59 Tecniche di accompagnamento alla danza; A-63 Tecnologie musicali; A-64 Teoria, analisi e composizione; A-65 Teoria e tecnica della comunicazione.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 3 Media: 5]

NESSUN COMMENTO

Rispondi