Online la piattaforma web della scuola

Resta adesso da capire se lo stallo nelle trattative tra organizzazioni sindacali e Ministero dell’Istruzione sui tanti temi caldi della scuola avrà ripercussioni anche sulla definizione delle regole per il nuovo Tfa terzo ciclo. Quella attuale è una fase di stanca e le incertezze non riguardano solo i tempi di organizzazione del prossimo e probabilmente ultimo Tfa ordinario, ma anche l’effettiva attivazione. Dal Ministero dei Viale Trastevere le bocche continuano a essere pressoché cucite e non è mai arrivata una smentita (o una conferma) ufficiale sull’allestimento del Tfa, destinato comunque a essere sostituito da nuovi strumenti per l’abilitazione.

Non solo Tfa terzo ciclo, evidentemente le attenzioni del Ministero dell’Istruzione sono anche rivolte altrove. Ufficialmente attiva la piattaforma web per richiedere il rimborso dei costi per formazione e aggiornamento relative al bonus per i docenti. Raggiungibile alla pagina cartadeldocente.istruzione.it, il limite di spesa consentito è di 500 euro. Per la sua fruizione è necessario attivare l’identità digitale Spid presso uno dei gestori accreditati, per esempio Infocert, Poste o Tim. Nel primo caso, il primo passaggio è la registrazione sul sito infocert.it. Il servizio offerto è la Carta nazionale dei servizi o firma digitale oppure carta di identità elettronica o presso uno sportello delle sedi di Roma, Milano e Padova, previo appuntamento, o anche attraverso il riconoscimento via webcam di InfoCert al costo di 15 euro (più Iva). C’è la gratuita per i primi due anni per chi aderisce al servizio entro il 31 dicembre 2016.

Anche la procedura con le Poste comincia con la registrazione sul sito poste.it. I clienti di Poste che possiedono uno strumento di identificazione, come lettore BancoPosta con Postamat, cellulare certificato per effettuare transazioni finanziarie, app PosteID, o chi possiede una carta nazionale dei servizi o la carta di identità elettronica oppure la firma digitale possono effettuare l’intera procedura online. Al contrario, è indispensabile rivolgersi a uno sportello, previa pre-registrazione online, se non si possiede uno strumento di identificazione online. C’è la gratuita per i primi due anni per chi aderisce al servizio entro il 31 dicembre 2016.

Le operazioni con Tim cominciano con la registrazione sul sito nuvolastore.it per la Carta nazionale dei servizi o firma digitale. Gratuita per i primi due anni. Come spiegato dal Ministero sono finanziabili l’acquisto di hardware e software; l’iscrizione a corsi di laurea, di laurea magistrale, specialistica o a ciclo unico, inerenti al profilo professionale; l’acquisto di libri e di testi, anche in formato digitale; iniziative coerenti con le attività individuate nell’ambito del piano triennale dell’offerta formativa delle scuole e del Piano nazionale di formazione; l’acquisto di pubblicazioni e di riviste utili all’aggiornamento professionale; l’iscrizione a corsi per attività di aggiornamento e di qualificazione delle competenze professionali, svolti da enti accreditati presso il Ministero dell’Istruzione; l’acquisto di biglietti di musei, mostre ed eventi culturali e spettacoli dal vivo; l’acquisto di biglietti per rappresentazioni teatrali e cinematografiche.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 3 Media: 5]

NESSUN COMMENTO

Rispondi