A maggio 2016 il bando e tra giugno e luglio le prove preselettive?



Il ritardo c’è, è innegabile, ma il Tfa 2016 terzo ciclo ci sarà. La tempistica? Proviamo ad azzardarla alla luce di quanto è accaduto con il secondo ciclo, quando il bando è stato pubblicato a maggio con l’avvio delle prove selettive tra giugno e luglio e lo svolgimento degli scritti e degli orali in autunno, tra ottobre e novembre. Ebbene ci sono alcune indicazioni, al di là delle solite indiscrezioni più o meno affidabili, che lasciano immaginare come la tabella di marcia possa essere proprio questa. Innanzitutto si segnala la comunicazione, su un documento ufficiale ovvero quello della commissione competente a Montecitorio, dei posti disponibili per il Tfa 2016.

Sono complessivamente 16.436, di cui 11.328 comuni e 5.108 sul sostegno per l’abilitazione all’insegnamento nelle scuole medie e superiori. Volendo entrare nel dettaglio, 8.058 riguardano le superiore, 3.270 le medie. In merito ai posti sul sostegno, 392 sono destinati alla scuola dell’infanzia, 1.749 alla primaria, 1.932 alle medie e infine 1.035 alle superiori. Il secondo segnale a testimonianza dell’imminenza dei tempi è l’avvio dello scontro politico. Le opposizioni sono già sul terreno di guerra e puntano l’indice contro l’aumento delle sacche del precariato. E poi ci sono le polemiche relative alle classi di concorso per cui sarà bandito il Tfa 2016 ordinario. Secondo il sottosegretario dell’Istruzione si procederà solo per quelle esaurite.

Nel frattempo il Ministero dell’Istruzione ha ufficialmente avviato il piano per l’innovazione digitale. Sono complessivamente 157.000 gli operatori che saranno formati fra il mese di maggio di quest’anno e quello di dicembre del 2017 nell’ambito del Piano nazionale Scuola Digitale e del Pon Istruzione. Il Miur ha creato una piattaforma web per l’iscrizione di dirigenti scolastici e direttori dei Servizi Generali e Amministrativi possono iscriversi. Di più: per facilitare l’adesione ai corsi è stato realizzato un video tutorial, visualizzabile subito qui di seguito, che illustra e riassume procedure e scadenze.

Infine, il Ministero di Viale Trastevere ha annunciato la creazione di una piattaforma con contenuti formativi dedicati a cui possono fare riferimento i destinatari della formazione e i poli formativi. Fra i temi trattati, ricordando che la formazione coinvolgerà tutto il personale scolastico la digitalizzazione dei percorsi gestionali, la digitalizzazione amministrativa, la fatturazione elettronica, la robotica educativa, lo sviluppo del pensiero computazionale, la creatività digitale nella didattica. Tra l’altro, sulla piattaforma saranno caricati brevi filmati realizzati da esperti del settore e un messaggio del ministro dell’Istruzione.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 5 Media: 2.8]

1 COMMENTO

  1. veramente le prove preselettive del primo e anche del secondo ciclo, dato che i bandi uscirono a Maggio, e per legge devono passare almeno 60 giorni dal bando per avviare prove, furono appunto le prove preselettive stesse nel mese di Luglio, e Non in Giugno, quindi non tra Giugno e Luglio, ma solo in Luglio, e neanche i primi di Luglio stesso…

Rispondi