C'è un aspetto che lega le prove concorsuali per docenti e il Tirocinio formativo attivo



Succede che i tempi di attivazione del Tfa 2016 terzo ciclo sono ignoti, sebbene non ci siano dubbi sulla pubblicazione del bando con l’indicazione dei requisti per la partecipazione e la sua strutturazione. Ma succede anche che il Ministero dell’Istruzione ha reso noti i criteri per la correzione delle prove scritte del concorso per insegnanti, in corso di svolgimento fino al 31 maggio 2016, rispetto a cui le stelle polari saranno quelle dell’anonimato e della sintesi del giudizio, ma la macchina dei lavori è in ritardo. Il tutto mentre le commissione devono anche definire ulteriori criteri valutativi, stavolta specifici per ogni singola classe di concorso e le griglie di valutazione con le conseguenti schede di correzione.

In merito alla correzione delle prove scritte del concorso scuola, Viale Trastevere ha comunicato che dal monitoraggio delle commissioni definite sono emersi ritardi nella trasmissione dei dati a sistema, essenziale ai fini dello svolgimento delle fasi successive. Proviamo a riavvolgere il nastro della procedura. L’Ufficio scolastico regionale definisce le commissioni, le comunica sul sistema Sidi (Sistema informativo dell’istruzione) e le pubblica. Il Sidi comunica al Cineca i nominativi dei componenti le commissioni. Cineca autorizza l’accesso all’applicativo per la correzione dei compiti, fornendo utenza e password che saranno comunicate agli interessati tramite mail.

In caso di sostituzione del personale incaricato, l’Ufficio scolastico regionale deve tempestivamente comunicare la sostituzione al fine di togliere l’accesso al personale sostituito e fornirlo al personale entrante. Nel caso in cui di ritardi nell’individuare un sostituto l’Ufficio scolastico regionale deve comunque procedere all’operazione di cancellazione del componente non più presente. Il primo invio delle commissioni è stato effettuato lo scorso 13 maggio 2016. Da tale data in avanti sono effettuati allineamenti periodici giornalieri finalizzati sia a comunicare nuove commissioni, sia ad effettuare aggiornamenti sulle commissioni presenti.

L’indirizzo di posta elettronica utilizzato è quello già noto al sistema informativo del Ministero dell’Istruzione, in particolare nell’ordine: quello della registrazione al sistema Polis, indipendentemente dalla presentazione dell’istanza di partecipazione alle commissioni del concorso scuola; per i professori universitari quello derivante dall’applicativo Cineca per la presentazione delle domande. Se il primo non è presente, per il personale della scuola e dell’amministrazione (dirigenti tecnici) quello della posta istruzione.it. Se non presente nelle precedenti categorie, quello indicato direttamente dall’Ufficio scolastico regionale, prima a richiesta, poi tramite apposita funzione messa a disposizione degli uffici.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 10 Media: 3.1]

NESSUN COMMENTO

Rispondi