Il numero dei carcerati eccede la capienza regolamentare



Sono i numeri dei detenuti presenti nelle carceri italiane a dimostrare come le questioni di amnistia e indulto, costantemente rinviate dalle commissione competenti di Camera e Senato, siano tra le soluzioni da prendere in considerazione. Stando a quanto rivelato dal Ministero della Giustizia, che ha pubblicato online un dettagliato report, i detenuti sono 52.846, distribuiti in 195 istituti penitenziari. Ebbene in oltre la metà delle regioni (11 su 20) il numero dei carcerati eccede la capienza regolamentare. Succede in Abruzzo, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Puglia, Veneto.

Si fa presente che i posti sono calcolati sulla base del criterio di 9 metri quadrati per singolo detenuto più 5 metri quadrati per gli altri, lo stesso per cui in Italia viene concessa l’abitabilità alle abitazioni, più favorevole rispetto ai 6 metri quadrati più 4 stabiliti dal Cpt (Comitato europeo per la prevenzione della tortura e delle pene o trattamenti inumani o degradanti) più servizi sanitari. Il dato sulla capienza, elaborati dalla Sezione Statistica del Ufficio per lo sviluppo e la gestione del sistema informativo automatizzato statistica ed automazione di supporto dipartimentale del Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria, non tiene conto di eventuali situazioni transitorie che comportano scostamenti temporanei dal valore indicato.

Ammonta poi a 18.571 il numero complessivo di usciti dagli istituti penitenziari per adulti ai sensi della legge 199 del 2010 e successive modifiche ovvero quella che disciplina l’esecuzione presso il domicilio delle pene detentive, dalla sua entrata in vigore. Il dato non include i casi in cui il beneficio sia concesso dallo stato di libertà. Nel numero complessivo vengono conteggiati gli usciti per i quali la pena risulta già scontata e i casi di revoca, ad esempio per commissione di reati o irreperibilità. I dati relativi agli usciti, fa comunque notare il Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria, sono soggetti ad assestamento, per cui eventuali piccoli scostamenti nel tempo dai valori inizialmente forniti non devono essere considerati imprecisioni.

In questo contesto, il ministro della Giustizia Andrea Orlando è intervenuto alla cerimonia di inaugurazione dell’anno giudiziario 2016 del Consiglio nazionale forense, ma senza fare alcune riferimento alle questioni di amnistia e indulto. Il guardasigilli si è detto fier di aver “avviato, con gli Stati generali dell’esecuzione penale, un percorso di profondo ripensamento del nostro sistema carcerario, per restituire alla pena la funzione rieducativa, non solo di retribuzione punitiva, prevista dalla Costituzione“.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 14 Media: 3.4]

1 COMMENTO

  1. Ciaoo.. Volevo chiedere un’informazione sull’amnistia. Allora io ho 23 anni mi hanno arrestato con 18 grammi di fumo detto (hashish)mi hanno condannato a 10 mesi di reclusione, ho scontato la mia pena, e mi hanno dato 45 giorni di buona condotta, in piu ho fatto un corso di cucina durato quasi 7 mesi , e in piu mi hanno fatto lavorare in cucina del carcere, e adesso sn uscito da quasi 3 anni, e mi trovo fuori senza DOCUMENTI , NE LAVORO NE NIENTE. QUINDI IO A 23 ANNI NON POSSO FARMI UN FUTURO ne UNA VITA CHI SOGNO, INFFATI LA STO vivendo SOLO NEL MIO SOGNO, ANCH’IO HO IL DIRITTO DI LAVORARE, DI FARMI UN FUTURO, UNA FAMIGLIA , COME TUTTE LE PERSONE, NN MI SEMBRA CHE STO CHIEDENDO TANTO.
    IO SN 11 ANNI CHI SONO IN ITALIA HO SEMPRE STUDIATO , E LAVORATO, PER VIVIRE HO SEMPRE FATTO TUTTI I LAVORE. PIU HO 2 QUALIFICHE DI CUCINA, HO LAVORATO NEI POSTI TURISTI COME MONTEROSSO LEVANTO (CINQUE TERRE) IN UN 11 ANNI CHI SN QUA HO FATTO SOLO UNA CAZZATA E MI HANNO ROVINATO LA VITA, QUA IN ITALIA NN È CHE TI AIUTANO AD RINSIRIRTI NEL MONDO DEL LAVORE O NEL MONDO SOCIALE, ANZI TI AIUTANO COME RINSIRIRTI NELLA BRUTTA STRADA A ROVINARTI!! IO NN HO PAROLE ZEROO SPERO CHE CAMBIA QUALCOSA IN STO MONDO MALETTO (CIO LE PERSONE E LA GIUSTIZIA QUELLA CHI MANCA IN ITALIA!!!!
    L’UNICA COSA VOGLIO SAPERE LE PERSO CHE HANNO SCONTATO LA PROPRIA PENA POSSO USUFRUIRE DELL’INDULTO ????

Rispondi