È fissata al 31 dicembre la data ultima per l’installazione delle termovalvole ovvero delle valvole termostatiche negli edifici con un numero di unità abitative superiori a quattro. E la proroga dei termini è una questione al centro dell’attenzione. Al momento, nonostante le pressanti richiesti, non è più previsto rinvio della data, posticipata più volte dal 2010 a oggi, a causa dei costi e della crisi economica. Entro fine anno l’obbligo riguarda sia l’installazione di sistemi di contabilizzazione, sia l’installazione di sistemi di termoregolazione, oltre all’adozione di un criterio di ripartizione dei costi, basato sulla normativa Uni 10200 Ma chi deve essere dotato delle nuove valvole termostatiche?

In attesa di capire se ci sarà la proroga l’installazione delle valvole termostatiche, sono chiamati al rispetto di quest’obbligo tutti i condomini e gli edifici polifunzionali, dotati di un impianto di riscaldamento centralizzato a colonne montanti o ad anello, oppure riforniti da una rete di teleriscaldamento. Sono esclusi gli immobili con impianti di riscaldamento autonomo, o non fisicamente collegati a un impianto centralizzato, e quelli in cui siano presenti impedimenti tecnici, elevati impegni di spesa e complicazioni nell’adeguamento, che devono essere tuttavia confermati da una relazione tecnica fatta da un professionista abilitato.

Il vantaggio del sistema di contabilizzazione del calore è ormai noto: i consumi vengono calcolati per ogni unità immobiliare, in base al calore effettivo in casa. La misurazione può essere fatta con un contatore unico a lettura diretta, nel caso in cui l’appartamento sia dotato di un impianto ad anello o a zone, o con singoli contatori (ripartitori) su ciascun radiatore nel caso di impianti a colonna. Il sistema di termoregolazione ottimale prevede l’installazione di valvole termostatiche sui radiatori, al posto delle valvole a comando manuale. Il nuovo impianto regola in maniera automatica l’afflusso di acqua calda in funzione della temperatura impostata dall’utente e così consentendo in maniera puntuale il controllo del proprio consumo individuale.

Occorre poi considerare che il vantaggio del nuovo sistema di termoregolazione non è solo del singolo condomino: grazie a un migliore equilibrio termico nell’intero edificio, oltre che in ogni singolo alloggio, il risparmio energetico in ogni singola bolletta va mediamente dal 15-20%. Attenzione alle multe, inevitabili in assenza di proroga e di mancato rispetto delle disposizioni sulle valvole termostatiche. La sanzione in caso di mancata installazione e ripartizione dei costi va dai 500 ai 2.500 euro. Ne risponde il proprietario per ogni singola unità immobiliare. Contemporaneamente alla multa scatta inoltre la diffida a provvedere comunque alla regolarizzazione entro 45 giorni dalla contestazione.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 3 Media: 4]

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome