Ruotano tutto intorno alla proroga della Certificazione Unica 2016 le procedure e le scadenze fiscali di Caf e commercialisti. La data indicata dall’Agenzia delle entrate, rispetto alla quale non sembrano esserci segnali differenti, è quella del 7 marzo. Entro questa giornata occorrerà completare le operazioni di invio delle certificazioni relative ai redditi di lavoro dipendente, ai redditi di lavoro autonomo e ai cosiddetti redditi diversi. Nel frattempo l’Istituto nazionale della previdenza sociale ha pubblicato sul sito ufficiale i modelli di CU 2016 da poter scaricare solo se si è in possesso del Pin personale.

Il contribuente ha facoltà di destinare l’otto per mille attraverso la Certificazione Unica 2016 allo Stato a scopi di interesse sociale o di carattere umanitario; alla Chiesa Cattolica a scopi di carattere religioso o caritativo; all’Unione italiana delle Chiese Cristiane Avventiste del settimo giorno per interventi sociali, assistenziali, umanitari e culturali in Italia e all’estero sia direttamente sia attraverso un ente costituito; alle Assemblee di Dio in Italia per interventi sociali e umanitari anche a favore dei Paesi del terzo mondo; alla Chiesa Evangelica Valdese per scopi di carattere sociale, assistenziale, umanitario o culturale sia a diretta gestione della Chiesa Evangelica Valdese, attraverso gli enti aventi parte nell’ordinamento valdese.

E ancora: alla Chiesa Evangelica Luterana in Italia per interventi sociali, assistenziali, umanitari o culturali in Italia e all’estero, direttamente o attraverso le Comunità ad essa collegate; all’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane per la tutela degli interessi religiosi degli Ebrei in Italia, per la promozione della conservazione delle tradizioni e dei beni culturali ebraici, con particolare riguardo alle attività culturali, alla salvaguardia del patrimonio storico, artistico e culturale, nonché a interventi sociali e umanitari in special modo volti alla tutela delle minoranze, contro il razzismo e l’antisemitismo.

Infine con la Certificazione Unica 2016 c’è la possibilità di destinarlo alla Sacra Arcidiocesi ortodossa d’Italia ed Esarcato per l’Europa Meridionale per il mantenimento dei ministri di culto, la realizzazione e manutenzione degli edifici di culto e di monasteri, scopi filantropici, assistenziali, scientifici e culturali da realizzarsi anche in paesi esteri; alla Chiesa apostolica in Italia per interventi sociali, culturali ed umanitari, anche a favore di altri Paesi esteri; all’Unione Cristiana Evangelica Battista d’Italia per interventi sociali, assistenziali, umanitari e culturali in Italia e all’estero; all’Unione Buddhista Italiana per interventi culturali, sociali ed umanitari anche a favore di altri paesi, nonché assistenziali e di sostegno al culto.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 4 Media: 4]

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome